Roma, Car entra alla Fao: al via Farmers’ market vendita diretta

Siglato oggi un'intesa
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – Il Car fa il suo ingresso alla Fao. Il Centro agroalimentare di Roma ha siglato oggi un’intesa con l’Organizzazione delle Nazioni Unite per l’alimentazione e l’agricoltura che prevede la vendita dei prodotti ortofrutticoli provenienti dalla campagna romana direttamente nella sede capitolina della Fao. Una volta a settimana, a rotazione, i produttori del Car si alterneranno con uno stand allestito negli spazi di fronte al Circo Massimo per proporre ai dipendenti le loro eccellenze ortofrutticole.

A siglare la collaborazione, che ricalca la volonta’ della Fao di promuovere e puntare sulle diete tradizionali e il consumo dei prodotti locali, il direttore generale dell’Organizzazione delle Nazioni Unite, Qu Dongyu, e il direttore generale del Car, Massimo Pallottini, alla presenza dell’ambasciatore italiano alla Fao, Vincenza Lomonaco. Prima di ufficializzare il memorandum, Qu Dongyu ha voluto incontrare e conoscere alcuni produttori romani presenti all’iniziativa, chiedendo loro informazioni sulla frutta e la verdura coltivate. “Viviamo in Italia e dobbiamo promuovere i prodotti italiani, apprezzo moltissimo la presenza del Car- ha detto- La Fao e’ a Roma e i suoi dipendenti provengono da piu’ di 180 Paesi. Sono molto fiducioso in questa iniziativa e nella qualita’ e varieta’ dei vostri prodotti. Mi piacerebbe moltissimo visitare i vostri campi- ha aggiunto- per 25 anni sono stato un esperto di agricoltura e sarebbe un bello scambio di esperienze”.

Il Farmers’ market portera’ alla Fao frutta e verdura fresche, come quelle raccolte in una cassetta e portate oggi dal Car negli uffici del direttore generale. “Il Centro agroalimentare romano e’ una grande piattaforma di vendita e distribuzione all’ingrosso di prodotti freschi, ma fa questa esperienza alla Fao come momento di promozione del prodotto romano e italiano e della sua qualita’, che e’ molto forte- ha tenuto a dire Pallottini- Come romano e dirigente di una azienda romana il fatto che la Fao sia qui a Roma e’ motivo di grande orgoglio che dobbiamo sempre piu’ valorizzare. Come filiera che va dalla campagna ai mercati all’ingrosso fino alla vendita al dettaglio siamo molto vicini a cio’ che la Fao fa per questo settore non solo nei Paesi in via sviluppo, ma anche in tutti gli altri, dove serve sempre di piu’ una educazione alimentare. Sono certo che questa esperienza funzionera’ bene e ci ritroveremo a commentarla insieme in una prossima visita del direttore generale presso la nostra struttura”.

Pallottini ha infine invitato Qu Dongyu a Firenze, dove nella prossima primavera si terra’ il congresso mondiale dei mercati all’ingrosso. “Ci saro'”, ha risposto il direttore generale.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»