Referendum Atac, Magi: “Si apra dibattito in aula o vie legali”

"Oggi parte una mobilitazione affinché, il prima possibile, arrivi in Assemblea capitolina l'istanza dei cittadini e quindi la vittoria del 'Sì'"
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

https://www.facebook.com/agenziastampaDIRE/videos/281952459422329/?eid=ARCZ5sHiymDVMpQeIoOE2J6Bhgqj9jJxmMtS44_ax_HDEXyf2NmDKJJK7ZjACvvCpXGfUJVpSel5WcMk

ROMA –  “Oggi parte una mobilitazione affinché, il prima possibile, arrivi in Assemblea capitolina l’istanza dei cittadini e quindi la vittoria del ‘Sì’ al referendum sulla liberalizzazione del servizio di tpl a Roma. Le forze politiche devono prenderne atto e aprire una discussione in Aula”. Così il presidente del comitato organizzatore del referendum del 2018 sulla liberalizzazione del servizio di tpl a Roma, ed ex segretario dei Radicali, Riccardo Magi, nel corso di un sit-in in piazza del Campidoglio, organizzato all’indomani della sentenza del Tar che ha proclamato valido il quesito referendario ufficializzando di fatto la vittoria del ‘Sì’.

“Ci metteremo in contatto con la presidenza dell’Assemblea capitolina che dovrà calendarizzare in tempi rapidi un dibattito- ha aggiunto Magi- In caso di omissioni interverremo di nuovo ma sarebbe davvero un’omissione grave: se non si procede adiremo le vie legali per omissioni di atti di ufficio”.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»