Omicidio Sacchi, Anastasia: “Non sapevo dei 70mila euro nello zaino”

La dichiarazione durante l'interrogatorio di garanzia davanti al Gip di Roma, Costantino De Robbio
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – Berretto rosa e occhiali da sole, accompagnata dal suo avvocato, Anastasia Kylemnyk è da poco entrata nell’ufficio del gip di Roma, Costantino De Robbio, per essere ascoltata. La 25enne è arrivata a piazzale Clodio, dopo essere stata raggiunta dalla misura cautelare dell’obbligo di firma scattata nella seconda tranche dell’indagine sull’omicidio del fidanzato 24enne Luca Sacchi, ucciso lo scorso ottobre con un colpo di pistola alla testa davanti a un pub in zona Colli Albani, a Roma. I magistrati contestano alla venticinquenne di aver avuto un ruolo nel tentativo di acquisto di un grosso quantitativo di sostanza stupefacente insieme a Giovanni Princi, ex compagno di scuola di Sacchi. Princi finito invece in carcere, ieri davanti al gip si e’ avvalso della facolta’ di non rispondere, cosi’ come gli altri arrestati Marcello De Propris, accusato di concorso in omicidio per aver fornito l’arma ai killer, Valerio Del Grosso e Paolo Pirino, gia’ in carcere dal 25 ottobre scorso.

LEGGI ANCHE

Omicidio Sacchi, Anastasia indagata per la droga: nello zaino aveva 70 mila euro. Arrestato amico d’infanzia di Luca

Omicidio Sacchi, i legali della famiglia: “Ascoltate Anastasia e Princi”

ANASTASIA: “IO E LUCA ASSOLUTAMENTE ESTRANEI A VICENDA”

“Non sapevo di avere 70 mila euro nello zaino. Ero davanti a quel pub con Luca come mille altre volte”. È quanto avrebbe riferito Anastasia Kylemnyk, parlando al Gip di Roma, Costantino De Robbio. “Io e Luca siamo assolutamente estranei a questa vicenda”, ha proseguito.

LEGALE ANASTASIA: “ESTRANEA A TRAFFICO STUPEFACENTI”

“Il comportamento di Anastasia durante l’interrogatorio ha dato atto della sua estraneità all’ipotizzato traffico di sostanze stupefacenti”. Così Giovanni Cincioni, legale di Anastasia Kylemnyk.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»