Stadio Roma, il Campidoglio si costituirà parte civile nel processo

L'8 gennaio decisione tribunale su riunione procedimento Parnasi
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – Il Comune di Roma si costituirà parte civile nel processo sul nuovo stadio della Roma, scaturito da una seconda indagine della Procura di Roma, che vede imputati per corruzione il presidente dell’Assemblea capitolina, Marcello De Vito, e l’avvocato Camillo Mezzacapo. L’avvocato del Campidoglio, durante l’udienza davanti alla seconda sezione che non si è svolta per l’astensione proclamata dai penalisti, ha preannunciato la decisione. Intanto il pm, Luigia Spinelli, ha chiesto alla presidente del collegio, Sabrina Lorenzo, la riunione del processo con quello principale, che vede alla sbarra l’imprenditore, Luca Parnasi, e altre 11 persone, tra cui consiglieri regionali e comunali. L’8 gennaio, nel corso di una nuova udienza, si conoscerà la decisione del presidente del Tribunale di Roma.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»