fbpx

Tg Riabilitazione, edizione del 4 dicembre 2019

ISTITUTO VACCARI (ROMA): SERVIZI RIABILITATIVI A MISURA DI PAZIENTE

Un intervento globale a misura di paziente. Questa e’ la vocazione dell’Istituto Leonarda Vaccari, situato nella storica sede di viale Angelico a Roma. In occasione della Giornata internazionale delle persone con disabilita’, a raccontare all’agenzia Dire i servizi ambulatoriali e riabilitativi offerti dal Vaccari, struttura convenzionata con il sistema regionale, è stata la dottoressa Ilaria Arbaretto, neuropschiatra infantile, responsabile del servizio ambulatoriale.

CELI (SAN CARLO NANCY): CONTRO OSTEOPOROSI FAVORIRE SALUTE OSSO

Circa il 40% della popolazione, soprattutto over65, nella vita incorre in una frattura di femore, vertebra o polso. In Italia, il 23% delle donne oltre i 40 anni e il 14% degli uomini con più di 60 anni e’ affetto da osteoporosi e questi numeri sono in continua crescita. Per capire meglio di cosa si parla, come diagnosticare l’osteoporosi, le terapie da adottare ma anche i corretti stili di vita da seguire, l’agenzia di stampa Dire ha intervistato Massimiliano Celi, direttore dell’Uoc di Medicina generale dell’ospedale San Carlo Nancy di Roma.

FINCOPP-AIFI: FISIOTERAPISTA STRATEGICO PER INCONTINENZA

Multidisciplinarietà, ruolo della formazione, sinergia tra diverse professioni sanitarie per un trattamento a 360 gradi. Perché l’incontinenza si cura e il fisioterapia costituisce il primo approccio terapeutico per la cura dell’incontinenza urinaria, migliorando o risolvendo il disturbo. Sono tre le grandi direttrici affrontate nella tavola rotonda ‘Pianeta incontinenza – Il parere delle professioni sanitarie’, organizzata all’interno dei ‘Primi Stati generali dell’Incontinenza e Disfunzioni del pavimento pelvico’, promossi a Roma dalla Fincopp nell’auditorium del ministero della Salute.

COMPLETATO GIRO D’ITALIA PER DARE VOCE DIRITTI PERSONE CON SM

Osky4Aism, alias Marco Togni, è tornato a casa. Seimila chilometri, 259 giorni, 18 regioni e oltre 200 comuni dopo, la Carta dei diritti delle persone con sclerosi multipla ha completato il suo giro d’Italia a piedi. Marco è partito il 17 marzo da via Fillak, tra le macerie del ponte Morandi, e ha finito il suo viaggio questa mattina, prima al Matitone di Genova, poi nella sede della sezione provinciale. Ad accoglierlo tanti volontari e tante persone con sclerosi multipla, a cui ‘Osky’ ha dato gambe e voce in questi otto mesi. “Sono un po’ stanchino, ma è stato un viaggio meraviglioso”, così ha dichiarato tagliando il traguardo. Lui la sclerosi multipla non la ha. Anzi, quando è partito ne sapeva anche poco. Poi, chilometro dopo chilometro, l’ha fatta diventare la sua causa, portando il messaggio in tanti Comuni d’Italia. L’iniziativa, legata a ‘Trenta ore per la vita’, non finisce qui. In primavera, infatti, Marco ripartirà per portare il messaggio delle 122.000 persone italiane con sclerosi multipla anche nelle isole.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Guarda anche:

4 Dicembre 2019
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»