Trivelle in Botswana, via libera al fracking nel parco delle antilopi e dei ghepardi

Il fracking e' un sistema di fratturazione idraulica delle rocce che consente l'estrazione di metano ma che, immettendo nel sottosuolo agenti chimici, comporta elevati rischi ambientali
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

GhepardoVia libera al fracking nel parco delle antilopi e dei ghepardi: a lanciare l’allarme e’ il quotidiano inglese The Guardian, con un’inchiesta che rivela come il governo di Gaborone (Botswana) abbia autorizzato trivellazioni ad alto rischio in un’area di pregio dal punto di vista naturalistico e turistico. Stando alla ricostruzione del giornale, a beneficiare del permesso e’ una societa’ quotata alla borsa di Londra, Karoo Energy.

Il fracking e’ un sistema di fratturazione idraulica delle rocce che consente l’estrazione di metano ma che, immettendo nel sottosuolo agenti chimici, comporta elevati rischi ambientali. L’autorizzazione del governo, concessa gia’ nel 2014, riguarda il Parco transfrontaliero di Kgalagadi: un’area di 36.000 chilometri quadrati al confine con il Sudafrica, dove volano falconi pigmei e ruggiscono leoni dalla criniera nera. (DIRE-MISNA)

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»