Gli articoli della Dire non sono interrotti dalla pubblicità. Buona lettura!

Alberobello tra i nuovi borghi più belli di Italia

Trulli di Alberobello, Puglia
Tra i requisiti richiesti: avere una popolazione non superiore ai 15mila abitanti e la presenza di almeno il 70% di edifici storici anteriori al 1939
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

BARI – Alberobello è stato ammesso tra i borghi più belli di Italia. Lo ha deciso il Consiglio direttivo del club “Borghi d’Italia”.
“Accogliamo con un caloroso benvenuto – dichiara il presidente nazionale dell’associazione, Fiorello Primi – i borghi nuovi arrivati, congratulandoci con loro per aver superato l’iter di valutazione per l’ammissione nella nostra associazione che, sempre di più e sempre meglio, vuole rappresentare una punta avanzata del sistema dei Borghi in Italia”.

I requisiti richiesti per essere ammessi nell’associazione sono una popolazione non superiore ai 15mila abitanti, la presenza di almeno il 70% di edifici storici anteriore al 1939, offrire un patrimonio di qualità urbanistica e architettonica e manifestare, attraverso fatti concreti, la politica di valorizzazione, sviluppo, promozione e animazione del proprio territorio.

“Il riconoscimento è una ulteriore conferma del grande lavoro fatto dalla nostra amministrazione nel campo della promozione turistico e territoriale – dice l’assessore comunale al Turismo e al patrimonio, Antonella Ivone – con l’obiettivo di migliorare sempre la qualità e la promozione del territorio”. “L’adesione ai borghi più belli d’Italia potrà costituire un altro importante passo in avanti per la nostra Alberobello di inserimento in un circuito di promozione turistica di eccellenza – conclude il sindaco, Michele Longo – nella volontà di incrementare l’attrattività dei nostri trulli”.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»