Gli articoli della Dire non sono interrotti dalla pubblicità. Buona lettura!

Covid, Figliuolo: “Sale la curva epidemica ma ospedalizzazioni stabili, subito terze dosi”

generale figliuolo
È quanto si legge nella circolare del commissario straordinario all'emergenza dal titolo 'Indicazioni sulla prosecuzione della campagna vaccinale'
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – “La situazione epidemiologica nazionale nel mese di ottobre mostra un rialzo della curva epidemica, con un progressivo incremento dell’incidenza settimanale di nuovi casi (41 casi per 100.000 nell’ultimo aggiornamento dell’Iss del 27 ottobre, rispetto a 29 casi per 100.000 della settimana precedente e a 39 per 100.000 nell’ultima settimana di settembre 2021) e del Rt medio calcolato sui casi sintomatici pari a 0,96 (ancora al di sotto della soglia epidemica), rispetto a 0,86 della scorsa settimana e 0,83 dell’ultima settimana di settembre“. È quanto si legge nella circolare del commissario straordinario all’emergenza, Francesco Paolo Figliuolo, dal titolo ‘Indicazioni sulla prosecuzione della campagna vaccinale’.

Nel documento, inviato alle Regioni, è poi riportato che “alla crescita dei contagi non corrisponde, per ora, un incremento proporzionale di ospedalizzazioni: secondo le rilevazione aggiornate al 3 novembre, 3.029 persone sono ricoverate con sintomi in degenza ordinaria e 381 in terapia intensiva, a fronte rispettivamente di 3.198 e 440 soggetti ricoverati al 30 settembre scorso”.

Il testo prosegue informando che “il quadro epidemiologico rientra tra gli scenari ipotizzati e la campagna vaccinale, che ha raggiunto ad oggi l’86,41% della popolazione vaccinabile (soggetti over-12) con almeno una dose e l’83,18% con ciclo completo, si sta rivelando determinante nel limitare le forme severe di malattia, con ricadute positive, oltrechè sulla salute, anche sul sistema ospedaliero”. La circolare precisa inoltre che “il confronto delle curve di nuovi casi/ricoveri ospedalieri (ordinari e in terapia intensiva) nel bimestre settembre-ottobre del 2020 vs 2021 mostra come la situazione attuale sia nettamente migliore, nonostante la ripresa di tutte le attività in presenza. Ciò grazie anche al mantenimento delle misure cautelari non farmacologiche e ai corretti comportamenti dei cittadini”.

Alla luce di “quanto sta avvenendo in altri Paesei europei con la cosiddetta ‘pandemia dei non vaccinati’, che indica con forza la necessità di incrementare il ritmo di somministrazione delle terze dosi, nonchè di proseguire con il completamento dei cicli vaccinali primari”, il generale Figiulo chiede, tra l’altro, alle Regioni/PP.AA di “rinforzare l’opera di informazione e sensibilizzazione sulla vaccinazione anti SARS-CoV-2/Covid-19, anche in relazione alla possibilità di programmarne la somministrazione in concomitanza con la vaccinazione antinfluenzale; garantire la possibilità aggiuntiva di accedere alla vaccinazione direttamente presso gli hub vaccinali senza prenotazione, accanto alle procedure consuete; ricorrere in modo sistematico alla ‘chiamata attiva’, procedendo alla prenotazione dei soggetti interessati alla dose ‘booster’ anche attraverso la rete della medicina del territorio, con il più ampio coinvolgimento dei medici di medicina generale, dei pediatri di libera scelta e dei farmacisti”.

LEGGI ANCHE: Gimbe: “Salgono ancora contagi e ricoveri Covid. Ma i decessi restano stabili”

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»