fbpx

Tg Politico Parlamentare, edizione del 4 novembre 2020

CASA BIANCA, LOTTA ALL’ULTIMO VOTO TRA TUMP E BIDEN

Potrebbero volerci giorni per conoscere il nome del 46esimo presidente degli Stati Uniti. E’ infatti lotta all’ultimo voto tra Donald Trump e Joe Biden. Lo sfidante democratico è leggermente in vantaggio, ma ci sono ancora milioni di schede da conteggiare. Nonostante la grande incertezza, Trump esulta: “Abbiamo già vinto. Vogliono rubarci le elezioni- dice- andremo fino alla Corte suprema”. Biden, invece, invita alla pazienza: “Crediamo nella vittoria e non avremo pace fino a quando l’ultimo voto non sara’ contato”, dice. L’obiettivo dei due contendenti e’ superare il limite di 270 grandi elettori.

L’OMOFOBIA DIVENTA REATO, PRIMO SÌ DEL PARLAMENTO

Dopo un lungo e acceso dibattito, la legge Zan riceve il primo si’ del Parlamento. L’aula di Montecitorio, tra le proteste del centrodestra, ha approvato il testo contro l’omotransfobia e la misoginia che ora passa al Senato in seconda lettura. La maggioranza esulta. “E’ un passo importante”, dice il presidente della Camera Fico. “E’ una legge di civiltà”, gioisce Laura Boldrini, tra le piu’ convinte sostenitrici del ddl a tutela delle vittime di violenza e odio per motivi legati al sesso e al genere. Le norme sono state estese anche alla discriminazione e agli atti di violenza contro i disabili. Per il centrodestra si tratta di una legge liberticida. Il 17 maggio diventa la giornata dedicata al tema.

ITALIA DIVISA IN TRE FASCE

L’Italia è ormai divisa in tre fasce per fronteggiare l’emergenza covid. Il presidente del Consiglio Giuseppe Conte ha firmato il nuovo Dpcm con misure restrittive in vigore dal 5 novembre fino al 3 dicembre. L’Italia comprendera’ zone rosse ad alto rischio, arancioni a rischio intermedio e zone gialle dove c’è maggior sicurezza. Divieti e regole cambieranno in base al colore dell’area. In tutto il territorio nazionale varra’ il divieto di spostamento dalle 22 alle 5 del mattino. Nelle prossime ore sarà deciso in quale categoria collocare ogni regione. Quasi certa la collocazione in zona rossa di Lombardia e Piemonte. Rischiano il ‘cartellino’ arancione tra le altre la Campania e la Liguria. Intanto il ministro Speranza aggiorna il Parlamento sulla app immuni: l’hanno scaricata quasi 10 milioni di persone.

FRONTE COMUNE CONTRO LA VIOLENZA SULLE DONNE

Istituire un albo nazionale per le associazioni che si occupano di violenza sessuale e di genere. E’ quanto prevede una proposta di legge presentata da Forza Italia sia alla Camera che al Senato. Bisogna colmare il gap normativo sottolineano il senatore Maurizio Gasparri e la deputata Giusy Versace, firmatari della proposta. Per questo si chiede anche di riconoscere il ruolo svolto dagli operatori specializzati che assistono le vittime e di offrire alle donne supporto psicologico dopo la violenza subita. Fiduciosa sul buon esito della proposta la capogruppo Forza Italia alla Camera Mariastella Gelmini. ‘Arriveremo presto alla legge’, assicura ricordando i risultati bipartisan raggiunti su Codice Rosso e Revenge Porn.

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

Guarda anche:

4 Novembre 2020
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»