La danza dei giovani migranti in Florida: “Fuera Trump”

In Florida più di un cittadino su quattro è di origini migranti. Tra le comunità più rappresentate, quella cubana
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

ROMA – “Pa’ la calle, pa’ fuera”. Letteralmente “fuori, per strada”. E’ l’augurio, in spagnolo, che un gruppo di attivisti di Unite We Dream, la più grande organizzazione giovanile di migranti degli Stati Uniti, ha rivolto al presidente uscente Donald Trump ballando sulle note di musica latina davanti a un seggio elettorale di Miami, in Florida.

I giovani hanno anche distribuito ai votanti in coda dolci tipici della tradizione centramericana e gel disinfettante per le mani.

Nello Stato sud-orientale i seggi si sono chiusi da circa un’ora e Trump e lo sfidante democratico Joe Biden sono testa a testa secondo tutte le proiezioni. Alle ultime elezioni, nel 2016, a vincere nello Stato furono i repubblicani del presidente.

In Florida più di un cittadino su quattro è di origini migranti. Tra le comunità più rappresentate, quella cubana. L’isola dei Caraibi si trova a meno di 200 chilometri dallo costa meridionale dello Stato americano.

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

Leggi anche:

4 Novembre 2020
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»