La sfida di Biden, lo ‘Sleepy Joe’ che non rassicura Trump

Vicepresidente di Obama per entrambi i mandati, avvocato, 78 anni: 'Sleepy Joe' è il moderato che potrebbe portare i democratici alla Casa Bianca
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

ROMA – Avvocato, 78 anni da compiere il prossimo 20 novembre, nato in Pennsylvania e di origini irlandesi: in tratti brevissimi è Joe Biden, il democratico che sfida Trump nella corsa alla Casa Bianca. A lui sono affidate le speranze di riscatto di chi, quattro anni fa, aveva scommesso tutto su Hillary Clinton. Perdendo. Rispetto all’ex First Lady, tutto un altro mondo. Nessuna frenesia di vittoria, nessun lampo agguerrito. Il suo atteggiamento placido gli è valso il soprannome di ‘Sleepy Joe’. Eppure, qualcosa si muove. Biden rassicura gli elettori e ha dalla sua una solida carriera politica alle spalle. Già vicepresidente di Barack Obama durante i due mandati del primo presidente nero della storia statunitense, fu, nel 1972, il più giovane senatore eletto nel Paese. La sua vita privata è stata segnata da dolori impronunciabili: proprio quando venne nominato senatore per la prima volta perse la prima moglie e la figlia neonata in un incidente stradale, nel 2015 venne a mancare suo figlio Beau (lutto che lo indusse a rinunciare alla corsa presidenziale di quattro anni fa).

Se diventasse lui Presidente, vorrebbe ripartire dall’Obamacare in sanità, promuovere controlli stringenti sulle armi per quanto riguarda la sicurezza e ‘benedire’ l’immigrazione come caposaldo della cultura a stelle e strisce, abolendo anche il Travel ban. Insomma, quanto basta per farlo bollare come ‘socialista’ dall’avversario Trump. Biden, forse ‘sleepy’ ma certo arguto, non si è fatto trovare impreparato: “Non c’è una singola sillaba che io abbia mai pronunciato che possa portarvi a credere che io sia socialista o comunista”. Il che è un’evidente rassicurazione anche per quello che potrebbe essere il cuore del suo elettorato: la classe media americana.

Se Biden venisse eletto, la sua vice sarebbe Kamala Harris: nera, di sinistra, di origine indiane.

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

Leggi anche:

4 Novembre 2020
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»