VIDEO | L’emozione di Napoli per le celebrazioni del 4 novembre

forze armate
In città per la Giornata dedicata alle Forze armate anche il presidente della Repubblica Sergio Mattarella
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

NAPOLI – Applausi da studenti e cittadini per i due sorvoli delle Frecce tricolori che hanno chiuso le celebrazioni del 4 novembre sul lungomare di Napoli. Alla presenza del Capo dello Stato Sergio Mattarella si è svolta la cerimonia militare commemorativa della giornata delle forze armate con lo sfilamento di alcuni reparti di Esercito italiano, Marina militare, Aeronautica militare, Arma dei carabinieri e della guardia di finanza. A seguire anche 21 salve di artiglieria navale esplose dalle Navi in rada nel tratto di mare antistante il lungomare Caracciolo. Hanno sfilato sul lungomare oltre 500 militari uomini e donne oltre alle bandiere di guerra delle forze armate e della guardia di finanza. Presenti anche i gonfaloni delle amministrazioni locali, i medaglieri e i labari delle associazioni combattentistiche e d’arma insieme a una rappresentanza dei decorati di medaglia d’oro al valor militare, dei richiamati nel ruolo d’Onore e degli atleti del gruppo sportivo paralimpico della Difesa.

“Quest’anno ricorre il ventesimo anniversario dell’ingresso delle donne nelle forze armate. Un passaggio epocale, che ha arricchito la difesa”, ha ricordato il ministro della Difesa Lorenzo Guerini, mentre il Capo di Stato Maggiore della Difesa Enzo Vecciarelli ha voluto ringraziare “la città di Napoli” per aver ospitato l’evento e “gli uomini e le donne delle forze armate” per il loro “impegno quotidiano” insieme ai militari “impegnati fuori dal territorio italiano per la promozione della pace e della stabilità internazionale e la difesa degli interessi nazionali”. Al termine delle celebrazioni sul lungomare, Mattarella ha visitato gli stand delle forze armate in piazza del Plebiscito e poi ha incontrato i vertici delle forza dell’ordine e le istituzioni locali sul lungomare di Napoli.

UFFICIALE GDF: “DAL 1 GENNAIO 2017 UNICA FORZA DI POLIZIA IN MARE”

“Dal primo gennaio 2017 la guardia di finanza è diventata l’unica forza di polizia deputata all’ordine e alla sicurezza pubblica in mare”. A dichiararlo alla Dire è l’ufficiale della gdf Gianluca Esposito, a margine delle sfilate interforze per le celebrazioni del 4 novembre a Napoli. “La guardia di finanza – ricorda Esposito – è una forza di polizia ad ordinamento militare ed è parte integrante delle Forze Armate”.

LA SOMMERGIBILISTA: “A BREVE LA PRIMA COMANDANTE DI UN SOTTOMARINO”

“A breve avremo il primo comandante donna a bordo di uno degli 8 sottomarini della Marina militare“. A dichiararlo all’agenzia Dire è la sommergibilista Chiara Criscitiello, commentando, a margine delle celebrazioni per il 4 novembre a Napoli, la ricorrenza ventennale della legge 380 del 1999. “Quest’anno – ricorda – cade il ventennale dell’ingresso delle donne nelle Forze Armate. E dal 2015 le donne hanno potuto arruolarsi alla componente subacquea, ovvero per i sommergibili con sede a Taranto”.

UFFICIALE ESERCITO: “QUELLA INTERFORZE È SINERGIA VIRTUOSA”

“Non è inusuale vedere carabinieri ed esercito insieme, sulle strade, per la sicurezza dei cittadini. Come è accaduto quest’estate con la prevenzione boschiva. Una sinergia virtuosa”. Così alla Dire l’ufficiale dell’esercito italiano Paolo Giuseppe Rizzo sottolineando il valore del lavoro interforze sul quale il generale Enzo Vecciarelli, Capo di Stato Maggiore della Difesa, ha incentrato il proprio intervento in occasione delle celebrazioni del 4 novembre a Napoli.

“L’AERONAUTICA PRESIDIA I NOSTRI CIELI”

“L’Aeronautica concorre con le altre forze armate nella difesa dalle minaccia asimmetrica rappresentata dal terrorismo. Sicurezza nei cieli: sia nazionali sia dove operano i nostri soldati fuori dai confini”. A sottolinearlo alla Dire è il pilota dell’Aeronautica militare Alessandro Guastella. Il presidio dei cieli, anche all’estero, avviene “con velivoli di sorveglianza come il Predator e velivoli da ricognizione”.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»