Migranti, Padoan: “Rischio maggiori arrivi nel 2017, spesa a 4 mld”

Per il ministro dell'Economia ci sono "rischi concreti che il fenomeno dell'immigrazione veda una dinamica crescente nel 2017"
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

padoan-ministro-economia

ROMA – Ci sono “rischi concreti che il fenomeno dell’immigrazione veda una dinamica crescente nel 2017”. Lo dice il ministro dell’Economia, Pier Carlo Padoan, nel corso dell’audizione alla Camera sulla legge di bilancio, davanti alle commissioni congiunte Bilancio e Finanze. “La spesa è stata di 3,3 miliardi nel 2016 e salirebbe a 4 miliardi nel 2017“, sottolinea. “Lo sforzo di ricezione e accoglienza dell’Italia è cominciato prima di altri paesi europei”, ricorda il ministro.

Padoan spiega che “le spese straordinarie e addizionali per l’immigrazione” saranno “superiori allo 0,2% del pil“. Infatti “dal 2014 sono sbarcati in media 160 mila migranti in Italia, più del triplo che nel 2013”, sottolinea.

di Luca Monticelli, giornalista professionista

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»