hamburger menu

Dopo la morte di un rider sciopero a Firenze. E Cgil fa l’appello: “Non ordinate”

Domani i lavoratori si fermeranno, dalle 18 presidio in piazza Sant’Ambrogio: “Non possiamo tollerare altri morti per una consegna”

Pubblicato:04-10-2022 15:40
Ultimo aggiornamento:04-10-2022 15:40
Canale: Firenze
Autore:
riders glovo bologna
FacebookTwitterLinkedInWhatsAppEmail

FIRENZE – Dopo l’incidente di sabato notte in cui ha perso la vita un giovane di 26 anni, domani i rider fiorentini si fermeranno per uno sciopero proclamato dalla Cgil. Dalle 18, quindi, comincerà un presidio in piazza Sant’Ambrogio: “Chiediamo alla cittadinanza di non ordinare e di partecipare al presidio. Non possiamo tollerare altri morti per una consegna”, si sottolinea dal sindacato.

La segretaria della Cgil Toscana Angelini: “Basta cottimo e sfruttamento”

Dopo questa tragedia, aggiunge Dalida Angelini, segretaria toscana della Cgil, “credo che non ci si possa più solo indignare. Basta cottimo e sfruttamento, una piaga che non è degna di un Paese civile. E bisogna che ci sia una cultura della sicurezza, che parta dalle scuole. In Toscana abbiamo siglato con l’assessore regionale Nardini un protocollo per la sicurezza dei rider che le aziende devono applicare seriamente”: servono quindi “i controlli”.

LEGGI ANCHE I rider di Roma chiedono a Gualtieri un tavolo sulla sicurezza stradale

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte Agenzia DIRE e l’indirizzo www.dire.it

2022-10-04T15:40:14+02:00

Ti potrebbe interessare: