hamburger menu

Tg Ambiente, edizione del 4 ottobre 2022

Si parla di parchi e rifiuti; dei mufloni nell’Isola del Giglio; di efficienza energetica; del cibo con le cellule staminali in provetta

Pubblicato:04-10-2022 14:48
Ultimo aggiornamento:07-10-2022 12:29
Canale: Tg
Autore:
FacebookTwitterLinkedInWhatsAppEmail

LEGAMBIENTE: “NEI PARCHI ITALIANI 5 RIFIUTI OGNI METRO QUADRATO”

In occasione della trentesima edizione di ‘Puliamo il Mondo’, Legambiente torna a denunciare il problema dei rifiuti abbandonati che non risparmia neanche i parchi urbani. A parlar chiaro i dati della nuova indagine park litter 2022: sono 31.961 rifiuti raccolti e catalogati da 697 volontari di volontari di Legambiente nei 66 transetti eseguiti in 56 parchi urbani di 28 città, circa 5 rifiuti ogni metro quadrato monitorato. A farla da padrone i mozziconi di sigarette che rappresentano il 42,2% dei rifiuti raccolti, seguiti da tappi di bottiglia e linguette lattine, pezzi non identificabili di carta, pezzi non identificabili di plastica, bottiglia di vetro e pezzi di bottiglie, infine sacchetti di patatine, dolciumi e caramelle. Per quanto riguarda i dispositivi di protezione individuale, le mascherine sono state ritrovate in 25 dei 56 parchi monitorati mentre i guanti in 7 dei 56 parchi.

MESSI IN SALVO 43 MUFLONI DELL’ISOLA DEL GIGLIO

Il destino dei mufloni dell’Isola del Giglio è in bilico ormai da diverso tempo. Oggi, grazie alla collaborazione tra la Lega Anti Vivisezione (Lav), il Wwf e l’ente Parco Nazionale dell’Arcipelago Toscano, 43 esemplari verranno risparmiati. I mufloni sono stati messi in sicurezza e sono ospiti del centro per il recupero animali selvatici di Semproniano e nelle aree del reparto dei Carabinieri forestali della Marsiliana, in provincia di Grosseto, e nell’Oasi Dynamo di San Marcello Pistoiese. L’Ente Parco annuncia che proseguirà con le azioni di prelievo dei mufloni previste dal progetto, sempre secondo le indicazioni fornite da ISPRA e coerentemente con l’obiettivo progettuale che prevede di azzerare la presenza dei mufloni al Giglio.

ENEA, AL VIA PIANO NAZIONALE INFORMAZIONE EFFICIENZA E RISPARMIO

Al via il nuovo Programma nazionale di Informazione e Formazione (PIF) ‘Italia in Classe A’ per promuovere la cultura dell’efficienza energetica, attuato da ENEA. Il progetto è finanziato nell’ambito del PNRR dal ministero della Transizione Ecologica. “In un contesto di crisi energetica come quello attuale – spiega il presidente dell’ENEA Gilberto Dialuce – informazione e formazione diventano cruciali per accrescere l’impegno verso una nuova cultura del risparmio energetico, incoraggiando un cambio comportamentale radicale e duraturo”. Nel settore, Enea possiede un vasto know how grazie al quale riveste anche il ruolo di Agenzia nazionale per l’efficienza energetica. “Al di là dei provvedimenti presi per ridurre i consumi di energia – aggiunge Dialuce – occorre la collaborazione di tutti”.

GLI ITALIANI DICONO NO A CIBO CON CELLULE STAMINALI IN PROVETTA

Quasi sette italiani su dieci, il 68%, non si fidano del cibo creato in laboratorio con cellule staminali in provetta. È quanto emerge dall’indagine di Coldiretti-Ixè, presentata al Villaggio della Coldiretti a Milano dove è stata allestita la galleria degli ‘orrori a tavola’. Con la crisi, le multinazionali ne approfittano infatti per imporre sui mercati ‘cibi Frankenstein’, dalla carne prodotta in laboratorio al latte ‘senza mucche’ fino al pesce senza mari, laghi e fiumi, che potrebbe presto inondare il mercato europeo poiché già ad inizio 2023 potrebbero essere introdotte a livello Ue le prime richieste di autorizzazione all’immissione in commercio. E già entro il primo semestre 2023 negli Usa potrebbero entrare in commercio i primi prodotti sintetici.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte Agenzia DIRE e l’indirizzo www.dire.it

2022-10-07T12:29:23+01:00