hamburger menu

Meloni: “La crisi energetica è una questione europea, no ad azioni dei singoli Stati”

"Sosterremo in Europa ogni azione volta a contrastare fenomeni speculativi", dice la leader di FdI

Pubblicato:04-10-2022 14:08
Ultimo aggiornamento:04-10-2022 20:17
Canale: Ambiente
Autore:
giorgia-meloni
FacebookTwitterLinkedInWhatsAppEmail

ROMA – “La crisi energetica è una questione europea e come tale deve essere affrontata. Fratelli d’Italia e i Conservatori europei da sempre sostengono che il vero compito dell’Unione europea dovrebbe essere quello di gestire le grandi sfide continentali difficilmente affrontabili dai singoli Stati membri. Azioni di singoli Stati tese a sfruttare i propri punti di forza rischiano di interferire nella competitività delle aziende e creare distorsioni nel mercato unico europeo”. Lo scrive su Facebook la presidente di FdI Giorgia Meloni, che assicura: “Sosterremo in Europa ogni azione volta a contrastare i fenomeni speculativi e gli ingiustificati aumenti del costo dell’energia e appoggeremo ogni iniziativa condivisa di concreto aiuto a famiglie e imprese”.

MELONI: “CONCORRERE TUTTI PER AFFRONTARE LE SFIDE DELL’ITALIA”

“Oggi l’Italia festeggia e si affida al suo patrono San Francesco. La cerimonia di accensione della lampada votiva dei Comuni italiani che arde sulla tomba del santo d’Assisi, che tradizionalmente rinnova il legame che unisce il nostro popolo e le sue istituzioni ad uno dei padri della nostra civiltà, assume quest’anno una valenza simbolica straordinaria”. Così in una nota la leader di Fratelli d’Italia, Giorgia Meloni.

“La presenza del presidente della Repubblica Mattarella – prosegue la premier in pectore – e l’offerta dell’olio da parte della Conferenza episcopale italiana per omaggiare gli italiani che durante la pandemia hanno messo la loro vita al servizio degli altri ci ricordano l’importanza di quel forte senso di comunità che unisce la nazione“. Poi l’appello di Meloni: “Da qui e dalla necessità di concorrere tutti, pur nelle differenze, all’interesse nazionale è necessario ripartire per affrontare le difficili sfide che l’Italia ha davanti“.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte Agenzia DIRE e l’indirizzo www.dire.it

2022-10-04T20:17:54+01:00