hamburger menu

Rifiuti abbandonati, il Comune di Cagliari diffonde le vie dei “furbetti”

Decine di sopralluoghi, presidi e appostamenti dal centro alla periferia. Anche a settembre è stata intensa l'attività dell'amministrazione Truzzu contro gli incivili.

Pubblicato:04-10-2022 12:59
Ultimo aggiornamento:04-10-2022 12:59
Canale: Sardegna
Autore:
FacebookTwitterLinkedInWhatsAppEmail

CAGLIARI – Decine di sopralluoghi, presidi e appostamenti dal centro alla periferia. Anche a settembre è stata intensa l’attività dell’amministrazione comunale di Cagliari contro l’abbandono dei rifiuti. Attraverso azioni congiunte, la Polizia locale e il Servizio igiene del suolo- con l’ausilio di telecamere e di privati cittadini che collaborano attivamente per scoraggiare maleducazione e inciviltà- anche i responsabili degli abbandoni nelle vie Macomer, Del Seminario, Dei Genovesi, Mancini, Santa Gilla, San Tommaso D’Aquino e nel viale Sant’Avendrace, sono stati individuati e sanzionati. Tanti gli accertamenti sulle utenze e numerose le verifiche su mastelli danneggiati ed esposti fuori dall’orario consentito.


“Si rammenta che negli oltre 1.000 cestini dislocati in tutta la città- si legge in una nota del Comune- possono essere gettati soltanto piccoli rifiuti da ‘passeggio’ e non rifiuti domestici o provenienti da attività commerciali. Chi conferisce dentro o vicino i cosiddetti ‘gettacarte’ è multabile alla stregua di chi abbandona”.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte Agenzia DIRE e l’indirizzo www.dire.it

2022-10-04T12:59:09+01:00