Taglio dei parlamentari, Bonino attacca: “Decapita la Costituzione, Pd si accoda a demagogia populista”

La leader dei radicali attacca gli ex alleati del Partito Democratico per la scelta di votare a favore della proposta del M5S
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – “Penso che il taglio dei parlamentari sia un’iniziativa assolutamente demagogica, che viene giustificata con più efficienza e risparmio. Segnalo che il risparmio eventuale corrisponde al bilancio della città di Viterbo, tanto per dirvi di che cosa parliamo, ed è in effetti una decapitazione della Costituzione”. Lo ha detto la senatrice di Più Europa, Emma Bonino, in una videointervista a Tpi.

“Quando i padri costituenti fissarono il numero a mille, non lo fecero a caso, ma in rapporto alla popolazione. Quindi- sottolinea Bonino- è una pura misura di antiparlamentarismo e dispiace che il PD, dopo aver votato contro per ben tre volte, si accodi a questa demagogia populista. E’ anche un rischio per la rappresentatività, perché è evidente che qualche città grande sarà rappresentata, ma i territori, le Province si possono scordare di vedere un Senatore o un Deputato, neanche a distanza”, conclude la senatrice di Più Europa.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Leggi anche:

4 Ottobre 2019
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»