Visita a sorpresa del Papa nei luoghi del sisma: “Andiamo avanti, i tempi cambieranno”

Il Pontefice è arrivato nelle zone terremotate per una visita privata
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

papa_amatrice_greg-burke

ROMA  –  Papa Francesco a sorpresa nelle zone colpite dal terremoto del 24 agosto. Il Pontefice, due giorni dopo il suo rientro dal viaggio apostolico in Georgia e Azerbaigian è arrivato stamani ad Amatrice, in provincia di Rieti, e, accompagnato dal vescovo Domenico Pompili, ha incontrato i bambini della scuola realizzata dalla Protezione civile del Trentino.

Dopo la visita nelle aule si è rivolto ai cittadini di Amatrice: “Non volevo dare fastidio, per questo ho lasciato passare un po’ di tempo affinché si sistemassero un po’ di cose, come la scuola”. Ma “dal primo momento ho sentito che dovevo venire, per dire che vi sono vicino, niente di più”.

Anche se, ha spiegato il Pontefice, il timore era che la sua visita fosse “più un ingombro che un aiuto”. E ancora: “Prego per voi: vicinanza e preghiera, questa la mia offerta a voi, che il Signore benedica tutti voi, la Madonna vi custodisca in momento tristezza- ha detto ancora Bergoglio- Andiamo avanti, ci sono tanti cari che ci hanno lasciato. Sono caduti qui, sotto le macerie preghiamo la Madonna per loro”.

Papa Francesco, quindi, ha esortato i presenti a farsi “coraggio” e “aiutarsi l’uno con l’altro. Si cammina meglio insieme. Da soli no”.

PAPA AD ARQUATA: SONO CON VOI, TEMPI CAMBIERANNO

“Ho voluto esservi vicino in questo momento e dire a voi che vi porto nel cuore e so, so della vostra sofferenza e delle vostre angosce e so anche dei vostri morti e sono con voi e per questo ho voluto oggi essere qui. Adesso preghiamo il Signore perché vi benedica e preghiamo anche per i vostri cari che sono rimasti lì… e sono andati in cielo. E coraggio, sempre avanti, sempre avanti. I tempi cambieranno e si potrà andare avanti. Io vi sono vicino, sono con voi”. Cosi’ Papa Francesco incontrando i terremotati ad Arquata del Tronto.

LEGGI ANCHE

Il terremoto, la vita ad Arquata un mese dopo/FOTOGALLERY

Amatrice, il racconto di Sara e Maria sulla notte del terremoto

La vita in polvere, diario da Amatrice: memorie di una tragedia FOTO

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»