Liberi e Uguali entra nel governo: “Muroni o Speranza i nostri nomi”. L’imbarazzo di Casini: “Troppa sinistra”

Il deputato centrista eletto nelle liste del Pd rivela il suo imbarazzo per l'ingresso di Liberi e Uguali nel governo
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

ROMA – “Abbiamo completato il lavoro di rifinitura sulle ultime questioni che riguardavano il programma, per noi è un buon inizio, un buon programma per un governo che possa, su alcune questioni per noi molto qualificanti, dai temi ambientali a quelli sociali e del lavoro, davvero cambiare molto nel nostro Paese”. Loredana De Petris, senatrice LeU e presidente del Misto a Palazzo Madama, lo dice lasciando Palazzo Chigi dove ha incontrato con il collega capogruppo LeU alla Camera Federico Fornaro il presidente del Consiglio incaricato Giuseppe Conte e i capogruppo M5S e Pd.

“Ci siamo occupati del programma” e “la nostra parte è ‘a posto’, poi la sintesi per la squadra spetta al presidente del Consiglio”, precisa De Petris.

Ci sarà un vostro esponente in squadra? “Sì” risponde Fornaro ai giornalisti sottolineando: “Non abbiamo chiesto nessun ministero, abbiamo chiesto pari dignità, e una presenza all’interno della compagine ministeriale”.

“Il programma- aggiunge De Petris- è stato chiuso. Ci hanno chiesto una rosa di nomi per il governo, noi abbiamo proposto Rossella Muroni e Roberto Speranza”.

VETO DI CASINI SU LEU: TROPPA SINISTRA, C’E’ IMBARAZZO

C’è l’altolà di Pierferdinando Casini sul nuovo esecutivo, in particolare l’allargamento a Leu. “Mi auguro che non nasca un governo troppo squilibrato a sinistra. Se il bicolore Pd-M5s si trasforma in un tricolore con Leu, molti di noi saranno in forte imbarazzo”, scrive il senatore centrista sui social.

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

Leggi anche:

4 Settembre 2019
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»