hamburger menu

Stop a chi sfreccia in laguna, a Venezia arrivano i velox fissi

Il Pd esulta: "Finalmente si multerà chi sfreccia in laguna, come avviene sulle strade"

laguna venezia
FacebookTwitterLinkedInWhatsAppEmail

VENEZIA – Velox fissi per rilevare la velocità delle imbarcazioni potranno essere installati nella laguna di Venezia, e le autorità competenti potranno utilizzarli per accertare eventuali violazioni dei limiti di velocità ed elevare le relative sanzioni. Lo prevede un ordine del giorno legato al decreto Infrastrutture presentato dal deputato veneziano Nicola Pellicani (Pd) e ‘varato’ ieri nel corso dell’approvazione del provvedimento. L’ordine del giorno “impegna lo Stato ad installare in laguna i velox, come avviene sulla strada, per multare chi sfreccia in laguna“, spiega Pellicani.

IL PD FESTEGGIA: “UN IMPEGNO ATTESO DA TEMPO”

“Indietro non si torna, l’ordine del giorno rappresenta un impegno atteso da tempo che finalmente è nero su bianco, scritto su un atto parlamentare al quale il governo non può sottrarsi”.

MULTE DOCUMENTATE CON LE FOTO

Secondo quanto previsto dall’Ordine del giorno gli organi competenti potranno “installare dispositivi o mezzi tecnici di controllo del traffico finalizzati al rilevamento a distanza dell’osservanza dei limiti di velocità, compresi quelli per il calcolo della velocità media tratti determinati, purché omologati, anche senza la presenza degli agenti preposti”. Le infrazioni potranno quindi essere documentate “con sistemi fotografici, ripresa video o dispositivi analoghi che consentano di accertare anche in tempi successivi, la violazione dei limiti di velocità”.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte Agenzia DIRE e l’indirizzo www.dire.it

2022-08-04T14:49:29+02:00