Gli articoli della Dire non sono interrotti dalla pubblicità. Buona lettura!

Discarica di rifiuti in fiamme a Matera, ancora incerte le cause

discarica matera
Sul posto è subito accorso il personale dell'amministrazione comunale insieme ai vigili del fuoco, che stanno domando l'incendio
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

POTENZA – Un incendio, le cui cause al momento non sono note, è divampato nella discarica di rifiuti della zona industriale La Martella, a Matera. Sul posto è subito accorso il personale dell’amministrazione comunale insieme ai vigili del fuoco, che stanno domando l’incendio.

In via precauzionale il Comune ha invitato gli abitanti dei borghi e delle zone di Matera Nord a tenere chiuse le finestre e a quanti si trovino nei pressi della zona industriale ad adottare ogni forma di precauzione per evitare l’esposizione ai fumi.

MELODIA (SINDACA DI ALTAMURA): “NUBE VERSO LA CITTÀ”

La sindaca di Altamura (Bari) Rosa Melodia invita la cittadinanza a “chiudere le finestre e a evitare possibilmente di esporsi ai fumi” provocati dall’incendio scoppiato nella discarica per rifiuti che si trova nella zona industriale “La Martella” a Matera. Il rogo “ha sviluppato una densa nube di fumo nero, visibile a chilometri di distanza – scrive sui social Melodia – La densa nube è diretta verso il nostro abitato”. Sul posto sono al lavoro diverse squadre di vigili del fuoco.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»