Gli articoli della Dire non sono interrotti dalla pubblicità. Buona lettura!

Focolaio in un campo scout nel Barese, 27 contagiati

scout
Lo rende noto il sindaco di Noci, Domenico Nisi, spiegando che a risultare positivi al coronavirus sono "ragazzi e adulti"
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

BARI –  Ventisette dei 50 partecipanti a un campo scout a Noci (Bari) sono risultati positivi al coronavirus. Lo rende noto il sindaco, Domenico Nisi, spiegando che i contagiati sono “ragazzi e adulti”. “Il dipartimento di Prevenzione ha già avvertito gli interessati e dato disposizioni circa lo stato di isolamento fiduciario di tutte le famiglie interessate” fa sapere sui social con un post in cui chiede a coloro che sono stati contattati dalla Asl di Bari di “osservare scrupolosamente le indicazioni ricevute e non uscire di casa, in attesa che tutte le procedure di tracciamento siano concluse e che vengano sottoposti a tampone tutti coloro che saranno ritenuti contatti a rischio. Raccomando con forza, anche a coloro che sono risultati negativi e alle loro famiglie, di essere rigorosi, di osservare tutte le cautele del caso e di evitare di avere contatti con altre persone”, prosegue il primo cittadino sottolineando che “si tratta di una situazione delicata che deve essere gestita con rigore e responsabilità”.

Nisi invita “tutti alla massima attenzione e a indossare la mascherina anche all’aperto ogni volta che non è possibile avere distanza di sicurezza”. 

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»