Tg Politico, edizione del 4 luglio 2019

https://www.youtube.com/watch?v=SRR92JCivKE&feature=youtu.be PUTIN A ROMA: CON L'ITALIA RAPPORTO FORTE E' il giorno di Vladimir Putin a Roma. Il presidente russo è in Italia
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

PUTIN A ROMA: CON L’ITALIA RAPPORTO FORTE

E’ il giorno di Vladimir Putin a Roma. Il presidente russo è in Italia per incontrare le istituzioni ai massimi livelli. Da papa Francesco, al presidente della Repubblica Sergio Mattarella, al premier Giuseppe Conte. Cena con Salvini e Di Maio e infine un incontro privato con Silvio Berlusconi. “Con l’Italia ci sono rapporti particolari, collaudati dal tempo”, dice Putin al Corriere, alla vigilia dello sbarco in una Roma blindata per le misure di sicurezza. Degno di nota il corteo che accompagna la limousine Aurus Senat del presidente russo. Cinquantuno veicoli, tanti, ma 20 in meno della scorta che accompagno’ Trump a Roma.

FUMATA NERA SULL’AUTONOMIA, LEGA IN PRESSING

I governatori di Veneto e Lombardia alzano la posta sull’autonomia. Luca Zaia e Attilio Fontana chiedono una riforma vera e lanciano un avvertimento al governo: “Non firmeremo accordi al ribasso”. Ieri al vertice notturno di Palazzo Chigi il vice premier Matteo Salvini ha aperto a possibili modifiche del Parlamento sulla bozza, ma l’intesa però è ancora lontana dall’approdo in Cdm. Su competenze e risorse c’è ancora da sciogliere più di un nodo: Il Tesoro ha accettato il principio sui costi standard, legandolo però a un fondo perequativo tra le regioni.

INPS. TRIDICO: SISTEMA SOSTENIBILE, ALTRE DUEMILA ASSUNZIONI

Entro l’anno prossimo duemila nuovi assunti all’Inps. Il ministro del Lavoro, Luigi Di Maio, rivendica le oltre cinquemila assunzioni tra il 2019 e il 2020 nell’istituto presieduto da Pasquale Tridico, per il quale siamo di fronte alla “più grande assunzione del pubblico impiego degli ultimi 30 anni”. Oltre ai 3.507 assunti quest’anno, all’Inps, spiega Tridico durante la presentazione della relazione del Consiglio di vigilanza, verranno sostituiti i quasi duemila che vanno in pensione con quota 100.

COMUNI, ALLARME PER L’INFILTRAZIONE DELLE MAFIE

Sono 62 le amministrazioni locali colpite da piu’ di un decreto di scioglimento per infiltrazione e condizionamento della criminalita’ organizzata. Di queste, 45 hanno subito due scioglimenti, mentre 17 ne hanno subiti ben tre. Sono i numeri diffusi in occasione dell’ultimo Rapporto di Avviso Pubblico sullo scioglimento dei Comuni per mafia. Dal 1991 ad oggi sono stati 328 i decreti di scioglimento, il maggior numero in Calabria (115), quindi Campania (108), Sicilia (79) e Puglia (15).

:

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»