Gli articoli della Dire non sono interrotti dalla pubblicità. Buona lettura!

Lavoro, Inps: “Riders solo il 10% della gig economy, e gli altri?”

riders_bologna
"Non si sa invece molto, e non ci si pone domande dal punto di vista del dibattito politico, delle altre componenti della gig economy
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – “È interessante notare come il dibattito pubblico sia incentrato sui riders (lavoratori addetti alla consegna dei pasti a domicilio) che tuttavia rappresentano una parte limitata della gig economy, pari a poco più del 10% dei lavoratori gig, e che, almeno per le piattaforme di consegna più note, sono caratterizzati da contratti come le collaborazioni della Gestione Separata e il lavoro autonomo occasionale, e da dinamiche relativamente note di come si svolge l’attivita’ lavorativa”. E’ quanto si legge nella relazione dell’Inps.

“Non si sa invece molto, e non ci si pone domande dal punto di vista del dibattito politico, delle altre componenti della gig economy, che con alta probabilità sono associate a forme di contratti informali-verbali, che potrebbero utilizzare forme di pagamento alternative come i buoni regalo o le ricariche telefoniche, o che comunque potrebbero non essere soggetti a nessuna forma di tutela, contribuzione sociale, e tassazione”, conclude.

Leggi anche:

La richiesta dei Riders a Di Maio: “Vogliamo essere ‘subordinati’”

Riders: “Foodora ruba salari e tasse, se chiude non se ne sentirà la mancanza”

La denuncia dei riders: “Deliveroo spinge per il cottimo”

Lazio, dalla Regione la prima legge per la tutela dei Riders

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»