Gli articoli della Dire non sono interrotti dalla pubblicità. Buona lettura!

Dl Dignità, Di Maio e Salvini: “Ok a miglioramenti da Parlamento”

"Se si vogliono annacquare le norme il M5S sarà un argine", dice Di Maio
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – “Il Parlamento è sovrano. Se le modifiche vanno nella direzione di migliorare il provvedimento Movimento 5 Stelle sarà disponibile al dialogo, se si vogliono annacquare le norme il movimento sarà un argine. Non si arretra contro la precarietà, le delocalizzazione e il gioco d’azzardo”. Lo dice il ministro del lavoro e dello sviluppo economico, Luigi Di Maio, parlando del decreto dignità, a margine dell’assemblea dell’Ania.

SALVINI: È BUON INIZIO, MIGLIORARLO IN PARLAMENTO

Il decreto Dignità “è un buon inizio poi il Parlamento cercherà di renderlo ancora più efficiente e produttivo. Arginare le delocalizzazioni, il gioco d’azzardo e la ludopatia e tentare di mettere mano alla precarietà con modalità su cui poi lavoreremo in Parlamento è un buon inizio”. Lo dice il vicepremier Matteo Salvini, a margine dell’assemblea Ania.

Ti potrebbe interessare:

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»