Gli articoli della Dire non sono interrotti dalla pubblicità. Buona lettura!

Chiesto il rinvio a giudizio di Ciro Grillo e dei suoi amici per violenza sessuale

Il figlio del Garante del Movimento 5 Stelle è accusato di violenza di gruppo per un episodio avvenuto a luglio 2019 in Sardegna
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – Chiesto il rinvio a giudizio per Ciro Grillo e i suoi tre amici per la presunta violenza sessuale di gruppo nei confronti di una ragazza conosciuta in Sardegna nell’estate 2019. Lo ha deciso la procura di Tempio Pausania, che ha fissato l’udienza per il 25 giugno. Il figlio di Beppe Grillo è accusato insieme a Edoardo Capitta, Francesco Corsiglia e Vittorio Lauria di aver violentato la ragazza italo-norvegese, che all’epoca aveva 19 anni: i giovani si erano conosciuti durante una serata al Billionaire e si erano poi spostati nella villa della famiglia Grillo. Dove, secondo la denuncia della ragazza, i quattro avrebbero abusato di lei. Oltre all’accusa di violenza di gruppo, per Grillo, Lauria e Capitta è stata formulata anche quella di violenza sessuale nei confronti dell’amica della studentessa italo-norvegese, per alcune foto oscene scattate mentre lei stava dormendo.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»