Gli articoli della Dire non sono interrotti dalla pubblicità. Buona lettura!

Covid, 2.557 nuovi casi e 73 morti. Il tasso di positività scende all’1,1%

I numeri del bollettino quotidiano della Protezione civile sull'andamento della pandemia in Italia
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – Sono 2.557 i nuovi casi di Covid in Italia per 220.939 test tra molecolari e antigenici e 73 i morti. Il tasso di positività scende all’1,1% dal 2% di 24 ore fa. Ieri i casi erano stati 1.968 per 97.633 tamponi e 59 decessi. Per quanto riguarda i ricoveri, sono 836 le terapie intensive per Covid in Italia, 56 in meno nelle ultime 24 ore. Ammontano a 5.488 i
ricoveri ordinari, dunque 229 in meno rispetto a ieri.

LEGGI ANCHE: L’indice Rt medio scende a 0,68, tutte le regioni sono a rischio basso

Covid, Gimbe: “Serve definire un numero standard di tamponi, troppe differenze tra le regioni”

VACCINI, SONO LE MARCHE LA REGIONE PIÙ VIRTUOSA

Sono 36.600.798 le dosi di vaccino somministrate in Italia, il 91.2% di quelle consegnate, pari a 40.122.659 dosi. Nel dettaglio, sono state distribuite 27.733.972 dosi del siero di Pfizer/BioNTech, 7.426.880 di quelle di Vaxzevria (AstraZeneca), 3.735.557 di quelle di Moderna e 1.226.250 di quelle di Janssen. È quanto si legge nel report del commissario straordinario per l’emergenza sanitaria, aggiornato alle ore 17:06 di oggi. A livello regionale, le Marche sono la regione più virtuosa, facendo registrare il 94,1% del rapporto tra dosi somministrate e dosi consegnate. Seguono la Puglia (93,7%) e la Lombardia (93,4%). In coda alla ‘classifica’ troviamo la Sardegna (85,5%), poi la Sicilia (88,7%), il Lazio e il Friuli-Venezia Giulia, entrambi con l’88,8%. Le somministrazioni sono state effettuate nei 2.667 principali punti di tutta Italia. Le persone che hanno completato il ciclo vaccinale sono 12.622.492, il 23,27% della popolazione over 12.

LEGGI ANCHE: Altre quattro regioni in zona bianca da lunedì: Abruzzo, Liguria, Umbria e Veneto

Figliuolo: “L’afflusso delle dosi di vaccini non è costante, ma arriveremo a 20 milioni”

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»