Gli articoli della Dire non sono interrotti dalla pubblicità. Buona lettura!

Preso a pugni in zona universitaria a Bologna il cappellano della Polizia

Noi restiamo collettivo università bologna
Il parroco è stato approcciato in via Zamboni da un pregiudicato 35enne albanese, che lo ha prima aggredito verbalmente poi colpito ripetutamente
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

BOLOGNA – Il cappellano della Polizia, padre Domenico Vittorini, è stato aggredito questa mattina a Bologna in zona universitaria: si trovava in via Zamboni nei pressi della chiesa di San Giacomo quando è stato avvicinato, intorno alle 8.30, da un soggetto albanese del 1986, che frequenta quella zona. L’uomo prima si è rivolto a padre Vittorini senza particolari motivi in modo aggressivo e poi lo ha colpito con pugni. Le volanti della Polizia intervenute rapidamente hanno bloccato prontamente l’aggressore, già pregiudicato e gravato da Tso in passato, e lo hanno accompagnato in Questura. Il parroco è stato trasportato in ospedale in codice 1 per accertamenti.

Piena solidarietà al nostro Cappellano e amico Padre Domenico”, manda a dire il Sap. “Tutta la mia solidarietà a Padre Domenico Vittorini. Il suo impegno di solidarietà e per la coesione sociale sono un riferimento di grandissimo valore e questo rende ancora più odiosa l’aggressione che ha subito. Gli sono vicino con tutta la mia stima e la mia amicizia”, afferma il deputato del Pd Andrea De Maria.

LEGGI ANCHE: Bologna, alta tensione nel centrosinistra: lite al mercato tra Conti e Lepore

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»