Gli articoli della Dire non sono interrotti dalla pubblicità. Buona lettura!

Fai porta alla scoperta di Avise, “uno dei più bei borghi della Valle d’Aosta”

castelli e del borgo di Avise valle d'aosta
Sabato e domenica per le Giornate di primavera si potranno visitare la Chiesa di San Brizio, il castello Blonay e quello dei Signori d'Avise
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

AOSTA – Annullate a metà maggio in Valle d’Aosta, Sicilia e Sardegna perché ancora inserite in “fascia arancione”, le Giornate di primavera del Fai tornano nelle tre regioni domani, sabato 5 e domenica 6 giugno.

In Valle, il Fondo Ambiente Italiano porta appassionati e curiosi alla scoperta dei castelli e del borgo di Avise, piccolo paese dell’Alta Valle. Il Fai lo considera “uno dei più bei borghi della regione“. Si visiteranno la Chiesa parrocchiale di San Brizio, affrescata dai fratelli Avondo, che conserva al suo interno la vasca battesimale in pietra di epoca romanica, un bellissimo crocifisso ligneo duecentesco e i frammenti di una vetrata del 1530. Si proseguirà nel castello Blonay, dimora primitiva dei Signori di Avise, con l’imponente torre quadrata del Trecento, coronata da merli a coda di rondine, ritenuta una delle più belle torri della Valle d’Aosta. Ancora, si visiterà il castello dei Signori d’Avise, voluto da Bonifacio d’Avise: restaurato nel 2008 grazie a fondi europei, ospita al suo interno un ristorante e una piccola struttura ricettiva.

Le visite guidate si tengono ogni 30 minuti dalle 10 alle 13 e dalle 14 alle 17 (ultima visita alle 12,30 e alle 16,30), con gruppi di 15 persone. Sono possibili visite dedicate ai tesserati del Fai. I posti sono limitati: per informazioni e prenotazioni bisogna scrivere ad [email protected].

LEGGI ANCHE: La Cittadella dei giovani di Aosta può riaprire in presenza

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»