Gli articoli della Dire non sono interrotti dalla pubblicità. Buona lettura!

Comune Roma: “Crisi rifiuti colpa della Regione Lazio”. Intanto Zingaretti vede Cingolani: “Riunione positiva”

"Se non trova una soluzione per lo smaltimento dei rifiuti potrebbero esserci seri problemi già dall'estate"
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – “Ama, attraverso il suo amministratore unico, ha lanciato l’allarme: se la Regione Lazio non trova una soluzione per lo smaltimento dei rifiuti potrebbero esserci seri problemi già dall’estate. L’assenza di discariche nel Lazio, infatti, si ripercuote sulla raccolta e sulla capacità di trattamento degli impianti. In sintesi, Ama è in grado di raccogliere i rifiuti ma non sa dove portarli perché la Regione Lazio non ha siti di smaltimento“. Così su Facebook l’assessora capitolina ai rifiuti, Katia Ziantoni.

“La chiusura improvvisa della discarica di Roccasecca – all’indomani di un’inchiesta che ha portato all’arresto della massima dirigente del settore rifiuti della Regione Lazio – è arrivata a circa un anno di distanza dalla chiusura anticipata e inspiegabile, da parte della stessa Regione, della discarica di Colleferro- Sono queste le cause della crisi regionale: chi contesta un aumento dei costi della Tari- spiega Ziantoni- dovrebbe bussare alla Regione e chiedere perché non ha previsto impianti sufficienti o ha chiuso le discariche”.

Per Ziantoni “il presidente Nicola Zingaretti sperava di ‘scaricare’ il problema sulla Capitale imponendo a Roma di indicare una discarica dentro il suo territorio. I giudici del Tar, però, hanno bocciato la sua ordinanza e hanno sottolineato l’importanza di una soluzione condivisa tra tutti gli enti che concorrono alla gestione dei rifiuti. Il Ministero della Transizione Ecologica, come da noi auspicato, è intervenuto convocando un tavolo tecnico : ci aspettiamo che la Regione collabori e dia risposta alle richieste di 20 Comuni del Lazio che contestano la gestione dei rifiuti laziale”. “La nostra posizione è chiara: non è possibile realizzare una nuova discarica dentro Roma, come finora ha preteso la Regione- conclude Ziantoni- Se i futuri candidati a sindaco di Roma sono invece d’accordo, abbiano il coraggio di dire dove vogliono la discarica dentro la città. Credo che i cittadini meritino di conoscere la loro posizione”.

ZINGARETTI DA CINGOLANI: “SE TUTTI COLLABORANO SOLUZIONE SI TROVA

L’emergenza rifiuti di Roma è arrivata ufficialmente sul tavolo del ministro dell’Ambiente, Roberto Cingolani. A portarla il governatore del Lazio, Nicola Zingaretti, l’assessore regionale ai rifiuti, Massimiliano Valeriani, e il capo di Gabinetto del presidente, Albino Ruberti. “Se tutti si predispongono alla collaborazione la soluzione si trova”, ha detto Zingaretti all’agenzia di stamoa Dire al termine dell’incontro, durato un’ora. “È stata una riunione molto positiva- ha aggiunto- Abbiamo illustrato al ministro il lavoro che abbiano fatto fin qui”. Domani il capodipartimento dell’area Economia circolare del ministero, Laura D’Aprile, incontrerà i direttori delle aree rifiuti di Roma Capitale e Regione.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»