Alla Maker Faire Rome torna il settore aerospaziale, call fino al 24 giugno

Lo scopo è concentrare le discipline, le attività e le realizzazioni attinenti o derivanti
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – L’edizione 2019 di Maker Faire Rome (http://2019.makerfairerome.eu/) ospiterà di nuovo un’ampia sezione orientata al settore aerospaziale, con lo scopo di concentrare le discipline, le attività e le realizzazioni attinenti o derivanti. La New Space Economy si riflette anche nelle proposte dei laboratori di ricerca, delle università, e nelle idee delle piccole aziende e dei privati che sempre di più hanno un’opportunità di contribuire all’economia di mercato, e alla creatività, che sono punti di forza dello sviluppo del settore. In questo ambito, Makers for Space è, all’interno di Maker Faire Rome, un palcoscenico esclusivo, unico in Europa, per dare voce a chi fa innovazione e creatività nell’ambito del settore aerospaziale.

Maker Faire Rome, l’evento in cui è possibile sperimentare la rivoluzione digitale che sta cambiando il modo in cui produciamo e il modo in cui viviamo, diventa anche il luogo per raccontare l’innovazione per il ritorno economico dell’investimento nello spazio. In questo settore, concorrono sia le nuove tecnologie che quelle ben provate da tempo, ma la new entry del settore, l’accesso e l’utilizzo di risorse presenti sulla Luna, Marte o gli asteroidi, è fonte di nuove ispirazioni, sfide e proposte, oggi alla portata anche dei Maker. La manifestazione, che in pochi anni è ormai un punto di riferimento fondamentale per startupper, artigiani digitali, imprenditori e non solo, e che può vantare numeri in costante crescita, oggi è anche il palcoscenico per il settore da sempre simbolo della nuova frontiera dell’umanità.

LA CALL FOR MAKERS PER PROPORRE I PROGETTI 

Maker Faire Rome, attraverso la Call for Makers, offre, dunque, l’opportunità unica di presentare le proprie realizzazioni e discuterle nel contesto dinamico e internazionale della Maker Faire, in un’area speciale denominata Makers for Space. Nessun altro evento a tema spaziale permette di mostrare progetti, idee, prototipi relativi a questo settore con un accesso diretto da parte del grande pubblico. Per poter essere selezionati per l’area Makers for Space, i progetti dovranno essere attinenti al settore aerospaziale e possono comprendere anche aspetti educativi e dimostrativi delle scienze e delle tecnologie afferenti al settore. Per l’inerente interdisciplinarietà che lo caratterizza, questo vuol dire che praticamente ogni disciplina può essere coinvolta: ingegneria, fisica, scienze della vita, chimica, astronomia, ed oltre. Anche il lato amatoriale sarà particolarmente apprezzato, come pure le manifestazioni artistiche ispirate al settore. Progetti scolastici ispirati al settore potranno inoltre essere ospitati in quest’area. 

SPAZIO E TECNOLOGIE 

 Particolare attenzione sarà anche dedicata allo Spazio italiano con le sue tecnologie di lancio, e le sue tecnologie satellitari per le telecomunicazioni ed il telerilevamento. Vista la loro importanza nella sostituzione delle infrastrutture terrestri (per la realizzazione di sistemi di comunicazione equivalenti) e nel monitoraggio continuo del nostro pianeta; queste tecnologie saranno presentati anche attraverso demo e percorsi formativi.

MARTE PROTAGONISTA DI MAKERS FOR SPACE

Come lo scorso anno, una parte dell’area Makers for Space sarà dedicata a un percorso espositivo che quest’anno affronterà il tema dell’esplorazione umana di Marte e in particolare il ruolo che i Makers e la mentalità da Maker avranno nei primi insediamenti permanenti sul Pianeta Rosso. Non ci sono dubbi che l’esplorazione umana di Marte sia ormai attuabile in pratica e soprattutto che la presenza di abbondanti risorse locali possano permettere a intere comunità di vivere su questa nuova frontiera. Sarà dunque obiettivo anche quello di raccogliere esperienze, invenzioni, innovazioni e conoscenze che potranno avere un’applicazione pratica in questo nuovo contesto. Nell’ambito del tema verranno anche ripercorse le tappe che ci hanno portato a conoscere meglio il Pianeta Rosso, spiegando l’evoluzione delle tecnologie per l’esplorazione del Sistema Solare e verranno illustrate importanti scoperte effettuate da strumenti italiani. I contenuti dell’area Makers for Space sono gestiti in collaborazione con la British Interplanetary Society, che curerà e coordinerà gli argomenti trattati e realizzerà la parte espositiva dedicata all’esplorazione umana di Marte.

LE INFORMAZIONI E LE SCADENZE

I progetti vanno proposti attraverso la Call for Makers entro il prossimo 24 Giugno 2019 e quelli selezionati potranno partecipare gratuitamente a Maker Faire 2019. Tutte le informazioni utili sulla Call sono recuperabili al link https://2019.makerfairerome.eu/it/makers-for-space-ita/.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Leggi anche:

4 Giugno 2019
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»