Un’italiana tra i 100 finalisti allo Youth Ag Summit a Brasilia

Dal 4 al 6 novembre 2019
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

ROMA – Anche una giovane biologa italiana tra i 100 giovani selezionati per lo Youth Ag Summit, organizzato in collaborazione con Nuffield Brazil, che si terrà a Brasilia dal 4 al 6 novembre 2019. Giovani studiosi che saranno chiamati a sviluppare progetti nel campo della sicurezza alimentare finalizzati a nutrire un mondo affamato. Bayer ha ricevuto oltre 2.800 candidature da più di 140 Paesi. In rappresentanza dell’Italia ci sarà Celeste Righi Ricco, nata a Busto Arsizio e toscana di origine, attiva nel Climate Reality Project, fondato da Al Gore.

Chi è Celeste Righi Ricco

Celeste è laureata in Plant Science all’Università di Wageningen ed ha fatto esperienze internazionali in Sud Africa e sull’Isola di Reunion. “È un’enorme opportunità- ha dichiarato- oltre che un sogno che si realizza, avere la possibilità di partecipare a questo evento. Sarà un onore poter fare da portavoce a milioni di ragazzi che reclamano e pretendono un futuro sano e verde”.

I ricercatori dello Youth Ag Summit

I giovani ricercatori hanno un‘età compresa tra i 18 e i 25 anni e provengono da tutto il mondo, per rispondere ad una delle sfide più importanti della società moderna: come nutrire in maniera più sostenibile la popolazione mondiale in crescita. Ogni partecipante ha presentato la propria idea per combattere l’insicurezza alimentare, in linea con gli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile dell’ONU. I 100 vincitori hanno background diversi, ma tutti condividono l’impegno nei confronti del progresso per un mondo a “fame zero”.

A Brasilia si confronteranno giovani imprenditori, agricoltori, studenti, economisti, biologi. “Zero hunger” è la grande sfida che affronteranno i partecipanti al Summit- afferma Liam Condon, membro del Board of Management di Bayer AG e Presidente della divisione Crop Science- I 100 delegati condividono la passione per l’innovazione in agricoltura, fondamentale se si vuole nutrire il pianeta in modo sostenibile”.

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

Leggi anche:

4 Giugno 2019
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»