VIDEO | Da Manuel Bortuzzo a Mara Venier: il 5 giugno il ‘Premio Simpatia’

A premiare la vice presidente Laura Pertica il 5 giugno alle 18 al Campidoglio
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – Dopo lo sparo, ha guardato avanti, verso il suo futuro. Nonostante tutto. Così, a diciannove anni, senza più l’uso delle gambe, è tornato in acqua per allenarsi e puntare in alto. E’ diventato, per questo, una sorta di eroe moderno. Un esempio di vita e di come non bisogna mai mollare. Ed è per tale incredibile coraggio che il prossimo 5 giugno, alle ore 18, nella prestigiosa Sala della Protomoteca del Campidoglio, la giuria della 49esima edizione del Premio Simpatia e la vice presidente organizzatrice Laura Pertica premierà con la preziosa rosa di Assen Peikov il giovane nuotatore Manuel Bortuzzo.

Il premio degli ‘eroi nell’ombra’

Il Premio Simpatia, è “il premio delle storie, di persone comuni che lavorano, che operano nell’ombra, ‘eroi moderni‘ che con il loro esempio danno un senso al vivere quotidiano”, ha spiegato Pertica, intervistata dall’Agenzia Dire. Come Manuel Bortuzzo, il giovane nuotatore rimasto paralizzato dopo essere stato colpito da un proiettile, che sarà premiato per “il coraggio dimostrato nel saper affrontare la vita anche nei momenti più tragici con positività, senza rancori, per la forza di volontà che l’ha riportato in vasca ad allenarsi, e per l’esempio di legalità, per non aver reagito alla violenza con altra violenza”. Tra i giurati Renzo Arbore, Pippo Baudo, Christian De Sica, Gigi Proietti, Carlo Verdone e tanti altri “che premieranno anche persone note nel campo della ricerca, dello spettacolo, della cultura, dello sport, della musica, come Mara Venier, Liliana Cavani, Mario Biondi, Danilo Rea, il Mago Forest e la prima donna pilota di aerei di linea, Fiorenza de Bernardi, che verrà a ritirare il premio a 91 anni- ha continuato la vicepresidente del Premio Simpatia- o un altro giovane meritevole, Riccardo Zaccaro, ventiduenne che ha salvato 3 vite pur dichiarando di non aver fatto nulla di speciale, che riceverà il premio ‘Simpatico d’Italia’.

I premi non sono rivolti solo a storie romane, ma anche a storie che riguardano tutta l’Italia

Quest’anno per esempio sarà premiato l’imprenditore di Saronno Enzo Muscia che ha rischiato la casa per salvare la sua azienda a rischio di chiusura”. “Ho avuto in dono da mio padre Domenico- da sempre impegnato nelle battaglie civili, soprattutto quelle riguardanti le periferie, gli anelli deboli della società- una grande eredità morale e l’attenzione verso gli altri- ha concluso Pertica alla Dire- Quest’anno è il 49esimo anno di storia del Premio, e per l’importante traguardo dell’anno prossimo è in preparazione un libro, che sarà un contenitore di varie storie che hanno caratterizzato 50 anni di vita del nostro Paese. Per quanto riguarda i personaggi premiati, la questione è ancora top secret, e comunque legata alle decisioni della giuria”.

Il particolare riconoscimento ha in serbo tante altre sorprese e omaggi

Tra le caratteristiche del popolare Premio c’è il ‘Simpatico d’Italia‘, che quest’anno andrà ad un altro giovane coraggioso, il ventiduenne Riccardo Zaccaro, studente di Disegno industriale presso la Facoltà di Architettura della Sapienza, che ha salvato la vita di tre persone: un suicida e due anziani dal rogo di casa. L’ultimo gesto di assoluto altruismo questo angelo custode moderno l’ha compiuto in via Alfredo Fusco, alla Balduina, quando ha messo in salvo due anziani intrappolati dal fumo e dalle fiamme provenienti dall’appartamento sotto al suo. Insomma un ottimo esempio dei tanti talenti del Belpaese che rappresentano il cardine, spesso dimenticato, del vivere quotidiano e che sono, come sempre, i protagonisti dell’originale kermesse. Presenzierà la cerimonia il vice sindaco, Luca Bergamo, con delega alla Crescita Culturale.

La giuria

Il Premio Simpatia, ideato dal celebre studioso della romanità Domenico Pertica, è diventato oramai uno dei simboli della Città eterna e per questo definito ‘l’Oscar Capitolino‘. Ricca e articolata la rosa dei premiati che affolleranno le diverse categorie selezionate da illustri e noti giurati come Renzo Arbore, Giorgio Assumma, Pippo Baudo, Verdiana Bixio, Athos De Luca, Christian De Sica, Marisela Federici, Renzo Gattegna, Carlo Gianni, Nicola Maccanico, Simona Marchini, Alessandro Nicosia, Bruno Piattelli, Gigi Proietti, Carlo Verdone. 

I vincitori

L’evento, presentato da Paola Saluzzi e Pino Strabioli, premierà in primis le Forze dell’Ordine: per l’Arma dei Carabinieri, il carabiniere scelto Vincenzo Di Rubbo e l’appuntato Marco Tortella. Per la Polizia di Stato: la Questura di Roma. Per i Vigili del Fuoco, Squadra 3/A “Turno A” VVF Roma. Per Polizia Locale Roma Capitale: l’I.P.L. Donatella Catena. 

Per letteratura, giornalismo e comunicazione Domenico Iannacone, Francesco Vecchi e monsignor Lucio Adrian Ruiz Segretario del Dicastero per la Comunicazione Santa Sede, gli scrittori Nicola Brunialti e Sara Vannelli.

Per medicina e la ricerca la cardio-oncologa Irma Bisceglia, il direttore sanitario Fondazione Santa Lucia Antonino Salvia l’oculista Bernardo Billi, l’Istituto Medicina Rigenerativa (I.M.R). 

Per l’arte, lo storico dell’arte Claudio Strinati. 

Per la musica, il presidente dell’Accademia Nazionale di Santa Cecilia Michele Dall’Ongaro, il pianista jazz Danilo Rea, Mario Biondi e la cantante Syria.

Per lo spettacolo, premi alla “Signora della domenica” Mara Venier, alla regista Liliana Cavani, Mago Forest e Francesca Manzini. 

Per lo sport, il nuotatore Manuel Bortuzzo. 

Per le storie, l’imprenditore Enzo Muscia, di Saronno, il direttore di Polizia moderna Annalisa Bucchieri e la prima donna pilota italiana: la novantenne Fiorenza De Bernardi. 

Per la solidarietà, premi alla E.N.S.I, Ente Nazionale Sportivo Italiano, di promozione sportiva e sociale, e alla Onlus “Every child is my child”, composta da artisti e presieduta da Anna Foglietta: ritirano il premio Paola Minaccioni e Fabia Bettini. 

Per il management, Anna Fendi e Tinny Andreatta, direttore di Rai Fiction. Per le tradizioni, la centenaria Antica Pizzicheria Ruggeri, a Campo de’ Fiori, e Pandiseta (antica tradizione di San Leucio). 

La manifestazione, aperta dalla fanfara degli sbandieratori del ‘Leone Rampante’ di Cori, è stata patrocinata dall’assessorato alla Crescita culturale di Roma Capitale e dalla Regione Lazio. Un grazie a Publispei e Federalberghi Roma.

di Chiara Buccione

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Leggi anche:

4 Giugno 2019
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»