A Roma stop bagni in fontane storiche: Daspo di 48 ore e multa 450 euro

E' una delle novità più interessanti contenute nel nuovo regolamento di Polizia urbana di Roma Capitale
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – Stop alle novelle Anita Ekberg o agli imitatori del presidente della Roma, James Pallotta, che recentemente si è buttato nella fontana dei Leoni. Fare il bagno in una fontana storica di Roma tra poco comporterà per il trasgressore un Daspo di 48 ore oltre che una robusta sanzione pecuniaria. Questa una delle novità più interessanti contenute nel nuovo regolamento di Polizia urbana di Roma Capitale, già vistato dal sindaco Virginia Raggi e di prossima approvazione, che l’agenzia Dire è in grado di anticipare. E’ l’articolo 8 ad introdurre la novità.

La nuova pena per chi deciderà di fare un bagno in una delle fontane storiche di Roma, come Fontana di Trevi, quella dei Leoni a piazza del Popolo, la Barcaccia di piazza di Spagna, il ‘Fontanone’ del Gianicolo e altre ancora, sarà dunque una multa di 450 euro oltre ad un Daspo di 48 ore che, come prevede il decrero Minniti che lo ha normato a livello nazionale, prevede il divieto per il trasgressore di tornare sul luogo dove si è consumato il fatto.

Le pene contenute nel nuovo regolamento non si applicheranno solo a chi deciderà di farsi un bagnetto nelle fontane ma anche a chi introdurrà in acqua animali o vi getterà oggetti di vario tipo.

Leggi anche:

Roma-Barcellona, Pallotta denunciato per il tuffo: “Pagherò i 500 euro”

Roma, fa il bagno in fontana a Piazza Navona: 450 euro di multa

Roma, tenta di scalare la fontana di Trevi: 500 euro di multa

Roma, Santori: “Immigrato fa bagno nudo nella fontana del Gianicolo” / FOTO

Fontana Trevi, da oggi in campo volontari 15 ore al giorno per sorvegliare i turisti

Due ventenni americani nella fontana di Trevi, maxi multa da 450 euro

Festa di fine scuola, fontana ‘assalita’ da studenti e parapiglia. Vigilessa ferita

Ti potrebbe interessare anche:

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»