Filippine, in conferenza un bacio sulle labbra: bufera su Duterte

A Seul il presidente invita sul palco una lavoratrice immigrata
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – Ha suscitato un‘ondata di critiche un bacio che il presidente delle Filippine Rodrigo Duterte ha dato a una donna nel bel mezzo di una conferenza internazionale. L’episodio è avvenuto a Seul, durante un incontro tra Duterte e la comunità di lavoratori filippini residente in Corea del Sud.  Durante il suo intervento, Duterte ha invitato due donne a salire sul palco per ricevere le copie gratuite di un libro. La prima è stata abbracciata, la seconda invece ha ricevuto un bacio sulle labbra. Un gesto “disgustosamente teatrale e misogino”, il commento di un’organizzazione filippina per i diritti umani, ma non per l’interessata, che ai cronisti ha detto che l’effusione è stata “priva di malizia”. Sui social media si sono però subito scatenati commenti sulla vicenda, tra partigiani e detrattori del gesto.
La stampa internazionale ricorda che Rodrigo Duterte sarebbe solito compiere gesti o fare dichiarazioni che gli attirano la qualifica di “maschilista” e “misogino”. Nel 2016, in piena campagna elettorale, ricordò pubblicamente l’episodio dello stupro di una donna nella città di Davao avvenuto nel periodo in cui era ancora sindaco. Pur condannando la vicenda, si disse “rammaricato”, anche per il fatto che la donna “era davvero molto bella”. “Il sindaco – aggiunse – avrebbe dovuto arrivare prima”.

Ti potrebbe interessare:

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»