Gli articoli della Dire non sono interrotti dalla pubblicità. Buona lettura!

Traffico di droga, estorsioni e truffe all’Inps: 40 arresti tra Sicilia Calabria ed Emilia-Romagna

È il bilancio dell'operazione antimafia portata a termine nell'ambito di una inchiesta della Dda di Catania che ha consentito di ricostruire gli organigrammi della famiglia Santapaola-Ercolano
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

PALERMO – Quaranta arresti tra le province di Catania, Siracusa, Cosenza e Bologna per associazione a delinquere di stampo mafioso, traffico di droga, estorsioni e associazione a delinquere per falsi e truffe ai danni dell’Inps. È il bilancio dell’operazione antimafia portata a termine nell’ambito di una inchiesta della Dda di Catania che ha consentito di ricostruire gli organigrammi di due gruppi mafiosi della famiglia Santapaola-Ercolano stanziati sul territorio di Paternò e Belpasso, oltre che di individuare le varie attività illecite degli affiliati: non soltanto un fiorente traffico di marijuana e cocaina, ma anche estorsioni, riciclaggio e ricettazione. Tra gli elementi di vertice dell’organizzazione ci sarebbe Santo Alleruzzo, detenuto nel carcere di Rossano, in provincia di Cosenza: l’uomo avrebbe approfittato dei permessi premio per ritornare a Paternò, suo paese d’origine, dove “nel corso di summit mafiosi – dicono i carabinieri del Comando provinciale di Catania – continuava a impartire ordini e direttive per la gestione degli affari del clan”. 

NOTA AZIENDA DOLCIARIA DISSE ‘NO’ AL RACKET

C’era anche la nota azienda dolciaria siciliana ‘Condorelli’ nel mirino dei rappresentanti della famiglia mafiosa Santapaola-Ercolano della provincia di Catania, ma il tentativo di estorsione non ando’ a buon fine perche’ la vittima si rivolse ai carabinieri.
Il particolare è stato reso noto dal Comando provinciale di Catania che ha portato a termine l’operazione ‘Scacco matto’, con 40 arresti.
Tra le attività criminali condotte dai gruppi mafiosi riconducibili alla famiglia Santapaola-Ercolano è stata documentata anche l’intenzione di far arrivare ingenti carichi di cocaina dall’Ecuador nascosta in container contenenti banane.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»