Ddl Zan, a Roma spunta il murale con Fedez che doma il cavallo della Rai

fedez rai_harry greb
La nuova opera dell'artista Harry Greb si intitola 'Non è la Rai': l'ha realizzata a due passi da viale Mazzini
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – Come un cavaliere d’altri tempi, ma con le Nike leopardate ai piedi, in vita la bandiera arcobaleno e l’immancabile cappellino, Fedez è in sella al cavallo simbolo della Rai e sembra domarlo con le sue parole che scandisce attraverso un microfono rosso. È ‘Non è la Rai’, la nuova opera dell’artista Harry Greb, spuntata questa mattina in via Podgora, a due passi da viale Mazzini, dove si trova la storica sede della Rai.

LEGGI ANCHE: Il discorso di Fedez al concerto del Primo maggio

Sul fianco del cavallo si leggono scritte come ‘Censura tv pubblica + bugie pubbliche’, ‘Ddl Zan’, ‘Provita o profitti?’, ‘Diritti dei lavoratori’ e ‘Stop omofobia’. Così Harry Greb, che negli ultimi mesi ci ha abituato alla sua cronaca per immagini murali, racconta ciò che sta accadendo in queste ore. Non pare una presa di posizione netta da una parte o dall’altra, piuttosto la sua opera sembra descrivere una sorta di scontro generazionale tra le nuove vie di comunicazione e la tv pubblica.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»