Coronavirus, Garante Infanzia del Lazio: “Ora sappiamo essere fragili, siamo responsabili”

Jacopo Marzetti ha deciso di rivolgere alle persone, in questo inizio di Fase 2, un appello "alla responsabilita'"
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

ROMA – “Oggi e’ la giornata mondiale dei diritti del fanciullo, delle donne, delle persone con disabilita’, della natura, della famiglia, dei lavoratori..; oggi e’ il giorno in cui l’Italia inizia a ripartire e queste giornate non devono essere festeggiate solo un giorno, ma sempre e dobbiamo ricordarlo soprattutto in questo periodo”. Inizia con queste parole l’appello “alla responsabilita’” che Jacopo Marzetti, Garante dell’Infanzia del Lazio, ha deciso di rivolgere alle persone in questo inizio di Fase 2 che sta portandoci fuori dal lockdown. 

“Abbiamo capito cosa vuol dire essere fragili e per questo dobbiamo rispettare gli altri e le misure sanitarie, per il bene della collettivita’ e dei nostri figli. Questo periodo- prosegue il Garante- ci ha fatto riflettere anche su tutte le persone che sono venute a mancare, tutte quelle che stanno contribuendo alla difesa della comunita’ e alla sua tutela in questa emergenza, come medici, infermieri, operatori sanitari, insegnanti, le famiglie….Quindi teniamolo sempre a mente- ha concluso Marzetti– e impegniamoci a rispettare gli altri per il bene dei nostri figli e dell’intera comunita’“.

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

Leggi anche:

4 Maggio 2020
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»