Ambulante morto a Roma, si indaga per omicidio; Zingaretti: “In sanità conti a posto”; Auditorium, 24 mln di ricavi

[video mp4="http://www.dire.it/wp-content/uploads/2017/05/tg-laz.mp4" poster="http://www.dire.it/wp-content/uploads/2017/03/Tg_roma_e_lazio.jpg"][/video] Ecco i titoli del Tg Roma e Lazio dell'edizione di oggi: AMBULANTE MORTO A ROMA, SI
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Ecco i titoli del Tg Roma e Lazio dell’edizione di oggi:

AMBULANTE MORTO A ROMA, SI INDAGA PER OMICIDIO COLPOSO
La Procura di Roma procede per omicidio colposo contro ignoti nell’indagine legata alla morte del venditore ambulante senegalese avvenuta ieri, a lungotevere de’ Cenci, durante un’operazione dei vigili urbani contro l’abusivismo commerciale. Sarà l’autopsia a fugare i dubbi sulle cause del decesso del senegalese, dopo le versioni discordanti tra vigili e ambulanti. Gli elementi raccolti finora fanno propendere per una morte dovuta a cause naturali.

ZINGARETTI: SVOLTA NELLA SANITA’, LASCEREMO CONTI A POSTO
“Per la sanità del Lazio siamo alla svolta: chiunque si ritroverà a guidare la Regione nella prossima legislatura troverà un ente con i conti a posto”. Lo ha detto il presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti, durante il Consiglio straordinario sulla sanità. Il governatore, dopo aver annunciato investimenti per la costruzione di nuovi ospedali in tutto il territorio, ha ricordato gli sforzi fatti per l’abbattimento delle liste d’attesa, la stabilizzazione dei precari e il miglioramento dei Livelli essenziali di assistenza.

ACCORDO REGIONE-PROCURA PER AGEVOLARE DEMOLIZIONI ABUSI
Il presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti, e il procuratore generale della Corte di Appello di Roma, Giovanni Salvi, hanno firmato questa mattina un protocollo d’intesa finalizzato ad agevolare l’esecuzione delle sentenze e dei decreti penali di condanna che abbiano ordinato la demolizione dei manufatti abusivi. “Ci sono migliaia di procedimenti fermi- ha detto Salvi- Con questa intesa superiamo le difficoltà burocratiche e recuperiamo il territorio”.

AUDITORIUM, BILANCIO 2016 CHIUDE CON 24 MLN RICAVI
Chiusura di bilancio in positivo per la Fondazione Musica per Roma, che gestisce l’Auditorium Parco della Musica: nel 2016 i ricavi sono stati 24 milioni di euro. Record di incassi alla biglietteria, che hanno superato gli 8,7 milioni di euro, con un aumento del 2% rispetto all’anno precedente. “Sono dati che dimostrano la solidità la crescita dell’Auditorium” ha detto il presidente di Fondazione Musica per Roma, Aurelio Regina. L’amministratore delegato, Josè Dosàl, ha invece annunciato l’arrivo a fine maggio di Retape, festival dedicato al rock capitolino.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»