Gli articoli della Dire non sono interrotti dalla pubblicità. Buona lettura!

Bologna, domenica 1873 persone fuori casa all’alba per far brillare bomba

L'ordigno è stato trovato nel cantiere che sta realizzando la bretella di Rastignano
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

BOLOGNA – Quasi 2.000 persone, per l’esattezza 1.873 tra Bologna e San Lazzaro, domenica saranno costrette a passare la giornata fuori casa. Proprio domenica, infatti, sono previste “le operazioni di disinnesco di un ordigno bellico rinvenuto in via La Bastia, nel quartiere Savena di Bologna, nelle vicinanze della tratta Rfi dell’Alta velocità Bologna-Firenze”. La bomba, fa sapere la Città metropolitana, è stata trovata in un cantiere edile “durante i lavori di realizzazione della bretella Rastignano Sp65″. Nel dettaglio, la zona interessata comprende i Comuni di Bologna, San Lazzaro di Savena e, più marginalmente, Pianoro. Oltre all’allontanamento dei 1.873 abitanti della zona, di cui 1.677 residenti a Bologna (per i quali sarà allestito un punto di accoglienza accessibile dalle 7, fino al termine delle operazioni, a Villa Mazzacorati, in via Toscana 19), e 196 a San Lazzaro (che saranno ospitati all’Arci San Lazzaro in via Bellaria 7, a partire dalle 8), anche tutte le attività produttive dovranno essere sospese, sempre entro le 8. È prevista “l’attivazione di un presidio sanitario per persone che necessitano di particolare assistenza al Centro servizi ‘Giovanni XXIII’, in viale Roma 21”.

Dalle 8 sarà vietata anche la circolazione veicolare e pedonale nella zona interessata, compresi mezzi pubblici e taxi. Per Bologna, spiega la Città metropolitana, “le vie interessate sono: Ardigò, La Bastia, vicolo del Bosco, Bosi, Buvalelli, Campanella, Canonici, Franchetti, Di Jola, Marenzio, Monte Donato, Della Palma, Pavese, Da Anzola, Del Pozzo, Rosmini, San Ruffillo, Telesio, e Toscana” (maggiori dettagli sul sito del Comune). Per San Lazzaro, invece, “sono interessati: via Nazionale Toscana 1, 3, 4, 4/C, 6, 6/A, 6/B, 6/C, 6/D, 8/A, 8/B; via Benassi Renato 77, 77/A, 77 / B, 156, 158, 160; via Madre Teresa di Calcutta 8 e 10; via Palazza 2; via Croara 26; via Madonna dei Boschi 1” (per i dettagli), mentre per Pianoro “non vi sono abitazioni interessate, ma solo modifiche alla viabilità in direzione Bologna“. In particolare “sarà vietata la circolazione veicolare e pedonale sulla Futa in direzione Bologna, e viceversa, a partire dalle 8” (per informazioni si può consultare il sito). Per chi avrà bisogno di trasporto, aggiunge Palazzo Malvezzi, “sarà predisposto un servizio di navetta“, e i residenti di San Lazzaro che forniranno il numero di cellulare “saranno avvisati preventivamente e a lavori terminati, attraverso il sistema di allertamento sms“. Infine, per tutta la giornata di domenica “saranno operativi personale della Polizia municipale dei Comuni interessati, e della Polizia provinciale, oltre ai volontari della Protezione civile”.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»