Gli articoli della Dire non sono interrotti dalla pubblicità. Buona lettura!

Calenda: Raggi e i superpoteri? E’ talmente incompetente che altro che gli Avengers…

Il ministro Calenda non risparmia frecciate su Twitter alla sindaca di Roma
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – “Direi che per come è messa Roma e per il grado di incompetenza della Raggi altro che superpoteri. Neanche gli Avengers al gran completo“. Lo scrive su twitter Carlo Calenda, ministro sviluppo economico, commentando un’intervista della sindaca di Roma che chiede superpoteri.

E a chi lo attacca via twitter (“La Raggi forse sarà incompetente, non lo so, ma da che pulpito viene l’accusa!? @CarloCalenda non ha evitato le delocalizzazioni, non ha impedito centinaia di licenziamenti es. Ericsson, non ha ricollocato quei licenziati. Lei si ritiene un genio? Il bue dice cornuto all’asino…”), il ministro replica cosi: “No Angelo, non mi sento un genio ma non ho mai cercato scuse per errori e fallimenti in superpoteri che non mi sono stati conferiti e altre amenità. Per quanto riguarda le crisi aziendali ne abbiamo gestite tante e salvaguardato circa 100.000 posti. Pochi o tanti? non giudico io”.

 

Direi che per come è messa Roma e per il grado di incompetenza della Raggi altro che superpoteri. Neanche gli Avengers al gran completo. https://t.co/Yos4HpiXAR

— Carlo Calenda (@CarloCalenda) 4 aprile 2018

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»