Gli articoli della Dire non sono interrotti dalla pubblicità. Buona lettura!

Raduno antirazzista a Pontida, ora c’è anche l’appello degli “scrittori terroni”

Al via l'appello "Scrittori terroni uniti - C'è del popolo in questo Paese". tra i primi firmatari Maurizio de Giovanni, Luca Delgado e Gaetano Di Vaio
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

NAPOLI – Un gruppo di scrittori del Sud ha lanciato l’appello “Scrittori terroni uniti – C’è del popolo in questo Paese” dandosi appuntamento alla manifestazione anti leghista di Pontida del prossimo 22 aprile promossa dalle realtà antirazziste nazionali, dal movimento dei centri sociali e dalle associazioni contro le discriminazioni razziali e di genere. Tra i primi firmatari dell’appello che hanno annunciato la loro partecipazione e sostegno alla manifestazione si Pontida ci sono Maurizio de Giovanni, autore de “I bastardi di Pizzofalcone”, lo scrittore napoletano Luca Delgado, il regista e autore Gaetano Di Vaio, Pino Imperatore, autore tra gli altri di “Benvenuti in casa Esposito”, il regista e drammaturgo Giovanni Meola e l’attore teatrale Claudio Finelli, responsabile cultura dell’Arci Gay napoletana. “C’è del popolo in questo Paese. Un popolo che non ha bisogno di una carta d’identità per riconoscersi come appartenente alla stessa comunità – si legge nell’appello -. Un popolo che non ha bisogno di una competizione sportiva per individuare un nemico comune. Un popolo che dice no alla Tav, no a Trump e a Salvini, no alla Tap, no a Grandi Navi Venezia, no a quella globalizzazione che genera differenze e incentiva inimicizie e che ha costruito muri anziché abbatterli come avrebbe potuto e dovuto. A Pontida – proseguono gli scrittori – 30 anni fa si è piantato il seme del razzismo e ed è lì che si dovrà andare per eliminarlo, per azzerare gli orologi e cominciare a ricalcolare un nuovo tempo, per Pontida e per il Paese”. L’iniziativa degli scrittori si unisce alla mobilitazione degli artisti che suoneranno a Pontida al termine della manifestazione la cui preparazione prosegue in queste settimane anche al Nord con comitati promotori nati a Milano, Bergamo, Venezia, Padova, Vicenza, Parma, Alessandria, Trento, Ancona, Jesi, Senigallia oltre al comitato promotore di Napoli e di altre città della Campania come Caserta e Benevento.

di Nadia Cozzolino, giornalista

LEGGI ANCHE:

Raduno antirazzista a Pontida, centri sociali lanciano appello dal famoso “pratone”/VIDEO

I movimenti di Napoli a Pontida: “Scontro tra xenofobi e antirazzisti” VIDEO

Napoli, il 22 aprile i centri sociali vanno a Pontida da Salvini/FOTO e VIDEO

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»