hamburger menu

Ucraina, Onu: “Attuare direttiva protezione temporanea dei profughi”

Agenzia Unhcr accoglie positivamente l'approvazione del provvedimento

Pubblicato:04-03-2022 15:33
Ultimo aggiornamento:04-03-2022 16:48
Canale: Europa
Autore:
ucraina migranti rifugiati
FacebookTwitterLinkedInWhatsAppEmail

ROMA – L’agenzia delle Nazioni Unite per i rifugiati (Unhcr) “esorta gli Stati dell’Ue ad attuare rapidamente la direttiva per continuare a fornire alle persone in fuga dalla violenza la sicurezza e la protezione di cui hanno bisogno, dato che la situazione in Ucraina continua a deteriorarsi e il numero di coloro che sono costretti a fuggire continua ad aumentare”. Così l’ente dell’Onu in una nota che commenta “la “decisione senza precedenti di ieri dell’Ue di offrire protezione temporanea ai rifugiati in fuga dall’Ucraina”. Il provvedimento, spiega il comunicato, “assicurerà protezione immediata nell’Ue agli ucraini e ai cittadini di Paesi terzi con lo status di rifugiati o di residenti permanenti in Ucraina“.

La decisione, prosegue la nota, “comporta anche che gli Stati membri dell’Ue potranno offrire protezione temporanea ai cittadini di Paesi terzi con residenza legale in Ucraina che non sono in grado di tornare a casa, e agli apolidi“. “Incoraggiamo – afferma quindi l’Unhcr – tutti gli Stati membri dell’Ue ad adottare un approccio inclusivo e a concedere la protezione temporanea a questi gruppi di persone. La decisione si muove nella direzione di condivisione delle responsabilità tra gli Stati dell’Ue per coloro che hanno lo status di protezione temporanea. Questo includerà la cooperazione sull’accoglienza tra gli Stati membri”. Questa crisi, secondo l’agenzia dell’Onu, “sta rapidamente diventando la più grande di rifugiati in Europa in questo secolo”.

“Molti Stati dell’Ue hanno già dimostrato grande solidarietà, e la decisione di ieri la rafforza maggiormente, e speriamo che questa solidarietà possa continuare”, si legge ancora nella nota. “L’Unhcr accoglie anche le recenti linee guida pubblicate dalla Commissione europea agli Stati membri che li incoraggiano a mostrare flessibilità nei controlli alle frontiere e propone misure per decongestionare i valichi di confine”. Nella nota l’Unhcr si dice “pronta a sostenere i governi e le altre parti interessate per fornire protezione e assistenza umanitaria a coloro che sono costretti a fuggire in questa crisi dei rifugiati di proporzioni senza precedenti”.

Il comunicato spiega il contesto del provvedimento europeo: “I ministri della giustizia e degli affari interni dell’Ue si sono riuniti il 3 marzo per discutere la proposta della Commissione europea di attivare la direttiva sulla protezione temporanea (Dpt) dell’UE, data la situazione in Ucraina e gli arrivi nell’Ue di persone in cerca di sicurezza. I ministri hanno accettato la proposta e questa è la prima volta che la Dpt è stata attivata. La decisione di attivarla entrerà in vigore il giorno in cui sarà pubblicata nella Gazzetta ufficiale dell’Ue”.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte Agenzia DIRE e l’indirizzo www.dire.it

2022-03-04T16:48:14+01:00

Ti potrebbe interessare: