A Bologna i no-Dad sfidano la zona rossa e tornano in piazza

priorità alla scuola bologna manifestazione no dad
Priorità alla scuola, gruppo di genitori e insegnanti che si battono per le lezioni in presenza, non rinuncia ai presidi messi in calendario per domattina
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

BOLOGNA – Chiedono la “riapertura immediata delle scuole” e domani sfideranno i divieti previsti dalla zona rossa per manifestare a Bologna. Priorità alla scuola, la sigla delle famiglie e degli insegnanti no-Dad che si batte per la scuola in presenza, non rinuncia ai presidi messi in calendario per domattina. “Andiamo davanti alla scuola dove lavoriamo o dove studiamo o davanti alla scuola più vicina a casa. Portiamo un cartello, uno striscione o un foglio. Facciamoci una foto”, sono le indicazioni affidate ai social per chi volesse partecipare.

Nel post, rilanciato anche oggi, Priorità alla scuola risponde anche a dubbi e perplessità, a partire dal rischio di contagiarsi. “All’aperto il virus è quasi inesistente! Certo, preserviamoci, manteniamo distanziamento, mascherine, eccetera”, si legge. “Ci possono fare le multe? Se ce le fanno per una cosa del genere allora siamo messi veramente male!”.

LEGGI ANCHE: In Emilia-Romagna si vaccinano pochi insegnanti: colpa della reputazione di AstraZeneca

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»