Venezia avrà un’isola completamente dotata di fonti energetiche alternative

isola venezia
È stata lanciata la prima campagna di finanziamento tramite crowdfunding per la riqualificazione energetica di immobili pubblici: in particolare si tratta di San Servolo, isola abitata da una cinquantina di studenti durante l'anno accademico
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

VENEZIA – Nasce a Venezia, sull’isola di San Servolo, la prima campagna in Europa di finanziamento tramite crowdfunding della riqualificazione energetica di immobili pubblici. A lanciare la raccolta fondi sulla piattaforma ‘Crowfundme’ è la società benefit Venice Light(Y)ear, nata su iniziativa di Infinityhub spa. La raccolta fondi durerà solo il mese di marzo, mentre i lavori di riqualificazione energetica sull’isola sono già partiti e si concluderanno a luglio 2021.

L’isola, abitata soltanto da una cinquantina di studenti che vi alloggiano durante l’anno accademico, sede di varie Fondazioni e del Collegio Internazionale dell’Università Ca’Foscari e di proprietà della Città metropolitana di Venezia, con una gestione data in concessione per i prossimi 15 anni”, sarà completamente dotata di fonti alternative di energia, con impianti fotovoltaici sia a tetto che a terra, nuovi gazebo, illuminazione a led e infrastrutture di ricarica per barche elettriche, con un investimento complessivo di 396.000 euro.

I capitali raccolti su ‘Crowdfundme’ da Vly, che si concentrano su un primo obiettivo di 50.000 euro (obiettivo massimo di 132.000 euro), saranno utilizzati per la realizzazione dell’opera di riqualificazione dell’isola, incidendo nel 40% dell’imponibile. Il rimanente 60% sarà coperto da finanziamento garantito da Mediocredito Centrale, Cassa Depositi e Prestiti e Invitalia.

LEGGI ANCHE: Il Veneto ha 850.000 cani: progetto di legge per proteggerli dai maltrattamenti

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»