VIDEO | Migranti, la Grecia avvia esercitazioni militari al confine con la Turchia

L'iniziativa sarebbe da ricollegare al respingimento dei migranti irregolari dopo l'apertura delle frontiere stabilita dalla Turchia
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – Le Forze di terra greche hanno diffuso una serie di video in cui vengono mostrate esercitazioni militari in zone di confine. Lo riporta il quotidiano greco Kathimerini, citando lo Hellenic National Defense General Staff (Geetha), reparto di terra delle Forze armate greche.

LEGGI ANCHE: VIDEO | Spari e speronamenti su donne e bambini: così la Grecia respinge i migranti

L’iniziativa sarebbe da ricollegare al respingimento dei migranti irregolari che, dopo l’apertura delle frontiere stabilita dalla Turchia, si stanno riversando in Grecia e Bulgaria, le porte per l’Europa. Nei video e’ possibile vedere i militari in assetto da guerra esercitarsi sia di notte che di giorno. In un filmato, si sentono spari esplosi con i fucili contro bersagli posti a pochi metri di distanza dai militari. Le esercitazioni hanno riguardato anche zone marittime, attraverso le quali i migranti arrivano su gommoni e barchini.

Secondo Ankara, sono 36mila i migranti che potenzialmente potrebbero cercare di entrare in Europa attraverso Grecia e Bulgaria. In risposta a questa situazione, Atene e Sofia hanno reagito rafforzando le guardie di frontiera. Il governo di Atene ha inoltre sospeso le domande d’asilo per tutto il mese di marzo.

Le associazioni umanitarie denunciano la negazione dei diritti e richiamano al principio del non respingimento, sancito dal diritto internazionale. Sull’esercito e la Guardia costiera pesano poi accuse di violenze contro i profughi, costretti a dormire all’aperto nel freddo dell’inverno o percossi. Denunciati poi casi di mancato soccorso di gommoni in mare.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»