Coronavirus, a Forlì sconti su rette nidi e scuole dell’infanzia

Già dal mese di febbraio e per questa prima settimana di marzo, le famiglie forlivesi potranno usufruire delle agevolazioni senza dover attendere i tempi dell'approvazione di atti da parte degli organi competenti
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

BOLOGNA – Subito sconti sulle rette, mentre si valutano altre misure di supporto. L’assessore alla Scuola del Comune di Forlì, Paola Casara, ricorda ai consiglieri del Partito democratico che l’Amministrazione, già la scorsa settimana, ha comunicato agli utenti dei nidi e delle scuole d’infanzia l’immediata applicazione dello sconto previsto dal regolamento. Dunque già dal mese di febbraio e per questa prima settimana di marzo, le famiglie forlivesi potranno usufruire delle agevolazioni e degli sconti sulle rette, senza dover attendere i tempi dell’approvazione di atti da parte degli organi competenti. 

Le rette sono tutte personalizzate in base all’Isee e lo sconto è “aggiuntivo rispetto a quelli già applicati in base al regolamento. Se la situazione dovesse perdurare, aggiunge Casara, portando a chiusure superiori a cinque giorni nello stesso mese, l’Amministrazione valuterà se applicare “ulteriori misure agevolative per venire incontro alle tantissime famiglie del forlivese che usufruiscono di questi servizi”. 

L’assessore è a stretto contatto con gli operatori e gli uffici del settore per “monitorare costantemente l’evolversi di questa straordinaria situazione e rispondere con strumenti rapidi ed efficaci alle esigenze e ai disagi dei forlivesi”.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»