Gli articoli della Dire non sono interrotti dalla pubblicità. Buona lettura!

Giornale radio sociale, edizione del 4 marzo 2020

A cura della redazione
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ECONOMIA – La grande paura. Sul coronavirus gli italiani temono il crollo dell’economia più del contagio. Il servizio è di Giuseppe Manzo
Coronavirus, quando c’è la salute c’è tutto: soprattutto economia e lavoro. È questa la grande paura degli italiani secondo un sondaggio Swg, ancor prima della diffusione del contagio, che riguarda il sistema Paese. L’emergenza ha bloccato la mobilità e chiuso intere zone facendo prevedere uno scenario di recessione imminente. La maggioranza degli italiani teme ripercussioni sulle attività aziendali e commerciali oltre al rischio per il proprio posto di lavoro. Non è esente il terzo settore con la cooperazione sociale colpita dalla chiusura dei servizi per l’infanzia: 40 mila lavoratori a casa, danni per oltre 10 milioni di euro in una sola settimana. Per capire le evoluzioni della situazione per reperire le informazioni corrette gli italiani si fidano della Protezione civile (78%) e del Ministero della salute (76%). Meno di tv e giornali (56% e 47%), praticamente nulla dei social media con solo il 16%.

SOCIETA’ – Porta a porta. A Siano, in provincia di Salerno, succhi di frutta, pacchi di farina, latte, omogeneizzati per bambini e pannolini arrivano nelle case di chi ha più bisogno. Una raccolta a chilometro zero promossa dalla Confraternita di Misericordia, realizzata da volontari ed esercenti col sostegno del Comune e del Centro Servizi del Volontariato.

DIRITTI – Domiciliari speciali. Con una Sentenza della Corte Costituzionale, è stata sancita l’illegittimità della norma che impedisce alle madri detenute di accedere alla “detenzione domiciliare speciale”nel caso di un figlio/a con grave disabilità con più di dieci anni di età. D’ora in poi potranno avvalersi di tale diritto.

INTERNAZIONALE – Pochi fondi. Segnali di difficoltà per la Cooperazione allo Sviluppo. “Il mancato adeguamento degli stanziamenti fa venire meno agli impegni presi in sede internazionale per l’Agenda Onu 2030 e tornare ai livelli di finanziamento precedenti il 2016”. È la denuncia del Forum del Terzo Settore che chiede la convocazione del Consiglio nazionale. Ascoltiamo Luca De Fraia, coordinatore della Consulta della Cooperazione internazionale.

CULTURA – Luoghi comuni. Si intitola “Volontari inattesi” ed è la prima indagine sull’impegno sociale degli immigrati. Curata da Maurizio Ambrosini e Deborah Erminio la ricerca (che sarà presentata il 17 aprile) è stata promossa e condotta sul campo da CSVnet. I risultati rovesciano una delle immagini più diffuse: più che essere assistiti, tanti stranieri si impegnano in attività solidali gratuite a vantaggio della popolazione italiana.

SPORT – Ripensare le città. Sono 570.000 euro i fondi del 5 per mille che il Politecnico di Milano investirà in 7 progetti di ricerca dedicati a sport e inclusione sociale, selezionati nell’ambito della competizione annuale Polisocial Award promossa dal programma di responsabilità sociale dell’ateneo. Lo sport diventa una leva per la progettazione, il recupero e il ripensamento delle attrezzature e di intere parti di città.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»