Tragedia nel mondo del calcio, nella notte morto il capitano della Fiorentina Davide Astori

ROMA –  Il calciatore Davide Astori, capitano della Fiorentina, è morto nella notte a Udine, dove si trovava con la squadra per disputare oggi una partita di campionato di serie A.

Astori, 31 anni, sarebbe morto per arresto cardiocircolatorio, riporta la Tgr Toscana.

Il difensore lascia la compagna e una figlia di due anni.

Il commissario straordinario della Lega di Serie A Giovanni Malagò ha reso noto che l’intera giornata di campionato di serie A di oggi è rinviata a data da destinarsi. 

LUTTO IN CASA VIOLA

“La Fiorentina profondamente sconvolta si trova costretta a comunicare che e’ scomparso il suo capitano Davide Astori, colto da improvviso malore. Per la terribile e delicata situazione, e soprattutto per rispetto della sua famiglia si fa appello alla sensibilità di tutti”, scrive la società su Facebook.

IL CORDOGLIO DI MALAGÒ

“Sono sconvolto. E’ una notizia che mi ha choccato”. Queste le parole del commissario straordinario della Lega di Serie A Giovanni Malagò, appresa la notizia del decesso del capitano della Fiorentina Davide Astori, morto nella notte a Udine.

“Quando questa mattina mi ha chiamato la Fiorentina per raccontarmi l’assurda tragedia che ha colpito Davide Astori, sono rimasto allibito e senza parole. Sono stato assalito da mille pensieri, riflettuto a lungo sul dramma di un ragazzo che nel pieno della sua maturità sportiva ed agonistica scompare in una stanza d’albergo a poche ore da una partita di campionato- commenta Malagò-. L’improvvisa scomparsa di Astori deve ancora una volta porre l’accento sulle necessità di controlli fisici assidui e costanti non solo per il calcio professionistico ma nello sport in generale”.

“Oggi è un giorno triste per il nostro mondo e per questo ho chiesto al Commissario Straordinario della Federcalcio, Roberto Fabbricini, di invitare tutte le Leghe a far osservare un minuto di raccoglimento in tutte le manifestazioni calcistiche che si svolgono in questa giornata. Alla famiglia di Astori, ai suoi cari e alla Fiorentina rivolgo i sentimenti più vivi di condoglianze da parte di tutto lo sport italiano”, conclude Malagò.

 

4 Marzo 2018
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»